Domenica , 17 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Dijana Pavlovic. Salvini scendi dal fico, anzi dalla ruspa
05 Giugno 2015
   

Salvini vuole querelami perché i suoi fan mi mandano la sua foto insieme a quella di Mussolini e di Hitler.

Se la prenda con le conseguenze della sua campagna di odio.

Scenda dalla sua ruspa e si misuri con le comunità rom e sinte se davvero vuole risolvere i problemi”

 

 

Leggo sui giornali che l’eurodeputato Matteo Salvini, segretario della Lega Nord e protagonista della campagna “Ruspe per i campi rom", annuncia una querela nei miei confronti per averlo assimilato a Hitler e rifiuta l’etichetta di razzista e nazista.

Prima di tutto questo accostamento non è mio ma dei suoi sostenitori che con le minacce di stupro, di morte per me e per tutti i rom e i sinti mi inviano tramite facebook i loro riferimenti ideali che sono Salvini, Mussolini e Hitler, dimostrando l’imbarbarimento provocato dalla politica della paura e dell’intolleranza per raccattare voti.

In secondo luogo che Salvini sia razzista o nazista non sta a me dirlo, ma forse lui dovrebbe riflettere su cosa significa organizzare iniziative, manifestazioni per esempio con Casa Pound i cui riferimenti “culturali” non sembrano prestarsi a equivoci. E per questo basta guardare le immagini, i volti e le parole delle dimostrazioni dopo i tragici fatti di Roma, dove due rom hanno ucciso una donna filippina e ferito otto passanti.

In terzo luogo una riflessione, ma che non riguarda solo Salvini, andrebbe fatta sul fatto che l’omicidio di due ragazzi indiani, Aman e San di 19 e 20 anni, avvenuto ad Aprilia il 9 maggio a opera di un pirata della strada italiano non è diventata una notizia di prima pagina, non le sono stati dedicati talk-show, non ha scatenato manifestazioni d’odio, né pretese di farsi giustizia con le proprie mani. Perché questo crimine è meno odioso, solo perché l’assassino è italiano? Perché la colpa è solo di un disgraziato e non di tutta la collettività italiana, mentre la colpa di un rom è la colpa di tutta la comunità?

Salvini davvero vuole un Paese in cui è possibile che tre fascisti inseguano un rumeno che non ha fatto nulla cercando di ucciderlo tagliandogli due dita, come è avvenuto a Roma?, in cui i bambini rom non vanno più a scuola per paura di ritorsioni e aggressioni?, in cui qualunque rom o sinto deve avere paura per quello che è non per quello che fa?

Infine io non ho mai invitato a pranzo Salvini, ma in una lettera aperta lo invitavo a un confronto, senza il solito corteo di polizia e giornalisti, con le comunità rom e sinte di Milano che, come tutte le comunità rom e sinte italiane, hanno proposte concrete per uscire dalla discriminazione, dall’isolamento, dal degrado nei quali li ha costretti la politica dei campi e dell’assistenzialismo.

Invece di minacciare querele improbabili, alle quali dovrò rispondere con una querela per diffamazione, vorrei sapere perché ha rifiutato questa proposta di buon senso e costruttiva. Forse non gli conveniva durante la campagna elettorale, ma ora che questa è finita provi a scendere dalla ruspa e ad affrontare i problemi veri.

 

Dijana Pavlovic


Articoli correlati

  Lidia Menapace. Non è giornalismo
  Mellana. "Mani libere"
  Mellana. Lenzuola alle finestre
  Rosario Amico Roxas. La crisi della democrazia
  Mellana. Calcio sovrano
  Primo Mastrantoni. Padania e referendum
  Salvini e il diritto alla difesa di ogni cittadino
  Lidia Menapace. Identità
  Mellana. Baüscia
  Lidia Menapace. Leaderismi
  Primo Mastrantoni. Elezioni 2018: La trappola della “responsabilità”
  Janù. Salvini cedrone
  Mellana. Legittima legittima
  Mellana. Il Ministro delle interiora
  Primo Mastrantoni. Il Def e il governo del "Cambiamento": arretrare dal 2018 al 1980
  Claudio Mellana. La digos o non la digos?
  Mellana. ...arca miseria!
  Giulia Crivellini. Salvini e i 49 milioni
  Incontro Orbàn – Salvini a Milano
  Mellana. A proposito di idee balorde
  Mellana. Legittima offesa
  Mellana. Cambio idea e mutande quanto mi pare
  Aziz Sawadogo. “Caro Ministro Salvini...”
  Mellana. Spezzeremo le reni all'UE
  Mellana. Legittima difesa
  Mellana. Violenza cieca
  Al e Mellana. Vietato salvare gli esseri umani
  “Welcoming Europe!”
  Governo. Lega e i 49 milioni
  Il popolo Rom in Italia attraverso l'obiettivo di Steed Gamero
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy