Giovedì , 16 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
MFE Sondrio. Gli interventi dell’Europa per far fronte alla pandemia
24 Giugno 2020
 

Le istituzioni europee hanno affrontato gli effetti devastanti sul piano economico e sociale della pandemia con la proposta di stanziamenti per oltre tremila miliardi di euro. L’Italia, in particolare, è destinata a ottenere cospicui aiuti. Oltre ai contributi previsti dal programma Sure (tra i 15 e i 20 miliardi di sostegno sociale), dalla Banca Europea degli Investimenti (35 miliardi) e dal Mes (36 miliardi per le spese nel settore sanitario), per il nostro Paese ci sono ulteriori 6/7 miliardi recuperati dal bilancio europeo 2014-2020 e il massiccio acquisto (tra i 110 e i 120 miliardi solo nei prossimi mesi) dei nostri titoli da parte della Bce, che ha una dotazione totale di 1.350 miliardi di euro. L’Italia ne è tra i maggiori beneficiari, con la possibilità di finanziarsi a tassi relativamente bassi. A tutto questo si aggiunge il Recovery Plan for Europe presentato dalla Commissione europea, che prevede un fondo straordinario da 750 miliardi. Denominato Next Generation EU, ha modalità innovative di finanziamento, inclusa l’inedita emissione di debito europeo garantito da un incremento del bilancio pluriennale dell’Ue. Dal fondo, ancora in discussione, verrebbero all’Italia oltre 170 miliardi in 3 anni, 90 in prestiti a lungo termine a tassi quasi nulli e 80 in trasferimenti. Inoltre la Commissione Ue ha messo sul piatto altri 2,7 miliardi per la ricerca, i test e la produzione di un vaccino anti Covid-19.

Il riepilogo degli interventi europei chiarisce la svolta epocale compiuta rapidamente dall’Unione europea, innanzitutto sul piano politico. I suoi benefici effetti ricadranno tanto sui singoli stati quanto sugli enti e le comunità locali che hanno offerto il loro contributo per rimediare ai danni arrecati dal coronavirus. Vi è inclusa di diritto anche la Valtellina, dove un presidio sanitario da tempo al centro dell’attenzione pubblica, l’ospedale Morelli di Sondalo, si è trovato in prima linea ad affrontare l’epidemia, dimostrando la sua valenza non solo territoriale, ma pure quale eccellenza a livello europeo.

In questo quadro il Parlamento europeo è chiamato ad esercitare un ruolo propulsivo, che al contempo renda concreto l’avvio delle riforme politico-istituzionali. Ed è questo il tema centrale del nostro appello Una ripartenza per l’Europa rivolto al Parlamento europeo, cui si chiede di evitare che le proposte della Commissione vengano svilite da compromessi al ribasso tra gli stati, respingendo accordi in tal senso del Consiglio europeo; di battersi perché le risorse proprie dell’Ue diano avvio all’attribuzione di una competenza fiscale all’Ue europea e di proporre alle altre istituzioni europee un progetto di Costituzione federale.

In vista del confronto con i cittadini nell’ambito della Conferenza sul futuro dell’Europa invitiamo a sottoscrivere l’appello (link), che è parte integrante della mobilitazione su questo tema. Il Parlamento europeo, per impegnarsi in un’impresa storica come la riforma in senso federale dell’Unione europea, ha infatti la necessità di avere lo stimolo delle associazioni, del mondo del lavoro, dell’impresa e della scuola, delle forze politiche e degli amministratori locali. Spetta a tutti offrire il proprio sostegno, a partire da una zona di frontiera come la Valtellina, importante anello di congiunzione sovranazionale delle popolazioni limitrofe. È un dovere di ognuno impegnarsi per lasciare alle future generazioni un’Italia, un’Europa ed un mondo migliori. È questo il solo modo per dare un senso alla sofferenza che con la pandemia ha colpito le nostre comunità.

 

Movimento federalista europeo

sezione ‘Ezio Vedovelli’ Valtellina-Valchiavenna


Articoli correlati

  Giovedì 14 a Morbegno con l’europarlamentare Danti
  MFE. A Morbegno nel nome di Vedovelli
  Sondrio. “La responsabilità dell’Italia in Europa”
  GFE. Educazione all’Europa...
  “Sì all'Europa unita”
  Sondrio. Convegno “Scuola ed Europa” del 30 novembre
  Ventotene. Fino al 4 settembre, duecento giovani al seminario dei federalisti europei
  MFE. Assemblea per la costituzione del comitato provinciale per l'Europa
  Il morbegnese Cesare Ceccato nominato vice-segretario della Gfe lombarda
  Iniziative Associazioni/ 19 e 20 marzo 2016, giornate FAI Morbegno
  Sondrio. Verso le elezioni europee
  Sondrio. Incontro del Comitato provinciale per l'Europa
  Morbegno. Assemblea annuale della Gioventà federalista europea
  E’Valtellina ai 50anni di Morbegno Città
  Schuman day, Giornata dell'Europa. A Sondrio, mercoledì 9 maggio
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy