Domenica , 19 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Assegnato a Piergiorgio Odifreddi l'«Asino d'oro 2009»
04 Giugno 2010
 

Comunicato finale

 

La Commissione, costituita da 15 membri, in riunione telematica, stabilisce i seguenti criteri per arrivare a una valutazione il più possibilmente obiettiva tra le gravità degli errori commessi dai candidati:

1) rilevanza scientifica dell’argomento trattato;

2) gravità concettuale degli errori commessi;

3) conseguenze culturali della divulgazione degli errori.

 

Tenendo conto della documentazione relativa ai candidati, delle dichiarazioni scritte e firmate, di tre professori universitari con numerosi lavori in genetica, relative a “La formula dell’evoluzione” di Piergiorgio Odifreddi (Le Scienze, febbraio 2009, pag. 486) e del commento di un fisico universitario, evoluzionista, noto per conferenze e seminari sull’evoluzionismo in ambito universitario, considerati i numerosi interventi significativi, sul blog L’universo in clessidra, comparsi sin dall’immediata contestazione del su menzionato articolo (Affaritaliani, “La fintascienza di Odifreddi”, 23 marzo 2009), tenuto conto della sfida pubblica lanciata dallo stesso Odifreddi e letti molto attentamente i suoi interventi, unici scritti in difesa del suo articolo, la Commissione, all’unanimità, nomina

 

PIERGIORGIO ODIFREDDI

Asino d’oro 2009

 

Nell’allegato 1, sono riportati i commenti dei tre professori universitari, specialisti in genetica e del conferenziere sull’evoluzionismo.

Seguirà, a giorni, insieme alla pubblicazione della foto-simbolo, l’elenco delle punizioni inflitte al vincitore, la cui scelta è stata affidata a Marco Cipollini e Paolo Diodati.

Sempre all’unanimità, la Commissione esprime un rimprovero solenne per il direttore de Le Scienze, Marco Cattaneo, recidivo nella totale mancanza di controllo dei contenuti degli articoli e autore di un editoriale sull’intreccio quantistico (Le Scienze, 489, maggio 2009), preso in considerazione per la sua nomina ad Asino d’oro 2009.

 

Per la Commissione,

Marco Cipollini, letterato – Paolo Diodati, fisico

 

Riunione telematica: Perugia, 6 marzo 2010

 

 

Allegato 1

 

1° commento (conferenziere universitario sull’evoluzionismo, noto alla Commissione, ma che ha preferito restare anonimo in questo comunicato):

La formula dell’evoluzione, non solo non esiste, ma se mai dovesse esistere in futuro, sarebbe così complicata e lunga da essere praticamente inservibile.

 

2° commento (Giorgio Paolo Morpurgo, professore ordinario di Genetica dei microrganismi, Università di Perugia):

Come formula dell'evoluzione ci propone la formula di H-W, che è la formula più antievolutiva che esista. L'evoluzione può essere spiegata solo attraverso le eccezioni alla suddetta formula (e questo Odifreddi lo dice) ma nessuno formula spiega le eccezioni. Per la verità migliaia di equazioni sono state scritte sulle eccezioni, peccato che siano spesso in contrasto l'una con l'altra. Di fatto le equazioni dell'evoluzione non esistono e tuttavia l'evoluzione rimane, è il cardine della Biologia.

 

3° commento (Fabio Veronesi, professore ordinario di Biotecnologie genetiche, Università di Perugia)

Questo principio (preferisco chiamarlo così la formula riportata da Odifreddi) fa comprendere la base della genetica di popolazione, ma non è la formula dell’evoluzione. Quanto riportato da H-W e da altri dopo di loro (Sewall Wright per citarne uno) è alla base della prima sintesi, quella di Fisher, ma non della seconda, quella di Dobzhansky, non dando spiegazioni circa l’origine della biodiversità. Mi sembra che queste considerazioni corrispondano a quanto fatto notare dal secondo “referee”.

 

4° commento (Gianluigi Cardinali, professore associato di Microbiologia, Università di Perugia)

a. Odifreddi confonde chiaramente una regola basilare delle popolazioni sessuali con l’evoluzione che è ben altro. D’altra parte è lui stesso a chiarire il principio per cui la legge Hardy Weinberg funziona, fra l’altro, in assenza di mutazione e selezione e in assenza di deriva genetica, ovvero dei motori della speciazione simpatrica, allopatica e, quindi, ovviamente dell’evoluzione. Di conseguenza, attribuire alla legge HW la pretesa capacità di spiegare l’evoluzione è contraddittoria in termini e mostra un ben diverso atteggiamento dalla nitida modestia di Hardy.

b. L’evoluzione come sistema complesso o è interpretabile in maniera unitaria o entra nell’empirismo pluralista che vorrebbe tante modalità quanti sono i gruppi biologici. Il fatto che la stragrande maggioranza della diversità biologica sia rappresentata da specie che mostrano pochissima o nessuna forma sessuale (batteri, microrganismi eucarioti, molte forme di animali soprattutto “inferiori”, diverse piante) indica come una legge basata sulla sessualità non può in alcun modo dare alcuna spiegazione universale dell’evoluzione.

 

 

Didascalia dell'illustrazione:

La foto rappresenta l’evoluzione secondo Odifreddi e dello stesso Odifreddi. La freccia verso l’alto porta alla formula dell’equilibrio, cioè della statica, unica formula riportata nel suo articolo. Quella orizzontale mostra l’evoluzione dello stesso Odifreddi: dall’Asino del 2007 a quello del 2009… Anche lui non ha evoluzione.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 10 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy