Martedì , 16 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Remo Bassini. Tamarri
25 Gennaio 2009
 

Remo Bassini

Tamarri

Edizioni Historica (Short Cuts 1), pagg. 45, € 4,50

 

Parte alla grande la collana Short Cuts” delle Edizioni Historica, fondate dal giovane Francesco Giubilei, entusiasta ideatore della rivista Historica, adesso unita alla storica Il Foglio Letterario.

I racconti sono un genere poco appetibile alla grande editoria, ma restano lo strumento migliore per raccontare la vita di provincia attraverso rapidi bozzetti e descrizioni di caratteri che a prima vista sembrano surreali. Remo Bassini lo sa bene e ci regala un gioiello come Tamarri, sette brevi storie che parlano di ladruncoli di periferia, persone senza futuro, idealisti, romantici, sognatori, suicidi, impiegati con sogni di fuga e treni che corrono nella nebbia.

Il racconto che ho preferito è “L’Augusto”, storia di un sognatore che conosce Salgari e Rimbaud, morto suicida premendo il grilletto di due pistole puntate alla tempia. “La giacca” è uno stupendo monologo intriso di struggente poesia che indaga il rapporto padre - figlio («Da quanti anni non vengo più a trovarti papà? Sai che non ricordo nemmeno bene il colore della tua tomba?»), ma soprattutto ci conduce in un viaggio a ritroso nel tempo e nel passato di ciascuno di noi. La scrittura di Bassini ricorda i migliori film di Federico Fellini, i suoi personaggi portano alla moria gli assurdi protagonisti di Amarcord, catturati dalla realtà che ci circonda, intrisi di autobiografismo lirico e di nostalgiche parti oniriche. Gli ingenui delinquenti di periferia ricordano i Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini e a tratti pure gli scenari de Le notti di Cabiria, solo che Bassini non parla di Roma, ma della sua terra, quella piana vercellese nascosta tra nebbie e ricordi.

Remo Bassini è autore di romanzi per Newton & Compton, il suo ultimo lavoro è La donna che parlava coni morti, mentre adesso sta lavorando a Bastardo posto, un noir di denuncia che uscirà per i tipi dell’editore romano. Fa piacere incontrare un autore edito da un gruppo medio-grande che ha il coraggio e l’umiltà di inaugurare il catalogo di un editore microscopico. Fa ancora più piacere notare che lo fa senza secondi fini (come spesso accade) ma solo per amore della letteratura.

Remo Bassini e Francesco Giubilei sono la prova vivente che la letteratura è ancora una passione. Per fortuna…


Gordiano Lupi


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.8%
NO
 35.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy