Lunedì , 23 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
E Dante sorrise 
Il mega-aeroporto a Viterbo non si farà
27 Luglio 2012
 

L'area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame di dantesca memoria si salverà

 

 

Il Direttore Generale per gli Aeroporti ed il Trasporto Aereo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in recenti dichiarazioni pubbliche ha esplicitamente affermato che il famigerato mega-aeroporto a Viterbo non si farà.

Ed in effetti qualunque persona di buon senso riconosce agevolmente che sperperare 700 milioni di euro per realizzare il mega-aeroporto a Viterbo, distruggendo irreversibilmente la preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bullicame di dantesca memoria, e danneggiando gravemente la salute e i diritti della popolazione cittadina (l'area è a due passi dal centro abitato), è semplicemente una follia, una criminale follia.

 

Il Ministero dei Trasporti riconosce infine la giustezza delle ragioni del movimento della società civile che a Viterbo dal 2007 si oppone alla realizzazione del mega-aeroporto nocivo e distruttivo, insensato ed illegale. E non a caso le ragioni dell'opposizione al mega-aeroporto sono state condivise a livello nazionale ed internazionale da illustri scienziati, magistrati, docenti universitari di numerose università italiane, personalità autorevolissime delle istituzioni, della cultura, della vita religiosa, operatori sociali, movimenti di difesa dell'ambiente e dei diritti umani.

Poiché ogni persona onesta e ragionevole percepiva la semplice ed inconfutabile verità - più volte enunciata in documenti, mozioni, interpellanze parlamentari, esposti - che «la realizzazione del mega-aeroporto nel cuore della preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bulicame, di cui fece memoria Dante nella Divina Commedia, avrebbe avuto come inevitabili immediate e disastrose conseguenze:

a) lo scempio dell'area del Bulicame e dei beni ambientali e culturali che vi si trovano;

b) la devastazione dell'agricoltura della zona circostante;

c) l'impedimento alla valorizzazione terapeutica e sociale delle risorse termali;

d) un pesantissimo inquinamento chimico, acustico ed elettromagnetico di grave nocumento per la salute e la qualità della vita della popolazione locale (l'area è peraltro nei pressi di popolosi quartieri della città);

e) il collasso della rete infrastrutturale dell'Alto Lazio, territorio già gravato da pesanti servitù;

f) uno sperpero colossale di soldi pubblici;

g) una flagrante violazione di leggi italiane ed europee e dei vincoli di salvaguardia presenti nel territorio.

L'area del Bullicame va invece tutelata nel modo più adeguato: istituendovi un parco naturalistico, archeologico e termale; e fin d'ora respingendo ogni operazione speculativa, inquinante, devastatrice, illecita.

E nell'ambito della mobilità la provincia di Viterbo ha bisogno piuttosto di migliorare la rete ferroviaria ed i collegamenti con Roma, Orte e Civitavecchia; una mobilità adeguata e coerente con la difesa e la valorizzazione dei beni ambientali e culturali e delle vocazioni produttive dell'Alto Lazio».

 

Il pronunciamento ministeriale prende semplicemente atto della realtà, riconosce semplicemente la pura verità: realizzare un mega-aeroporto a Viterbo sarebbe una follia, una criminale follia; devastare a tal fine la preziosa area naturalistica, archeologica e termale del Bullicame sarebbe un crimine non solo contro la popolazione locale, ma anche contro la biosfera, ma anche contro la civiltà.

Lo scellerato mega-aeroporto non si farà. L'area del Bulicame non sarà devastata da questa operazione speculativa insensata ed infame. La popolazione di Viterbo può finalmente tirare un sospiro di sollievo. E Dante può finalmente sorridere.

 

Il Centro di ricerca per la pace
e i diritti umani
di Viterbo

nbawac@tin.it

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy