Sabato , 02 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni [08-20]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vetrina/ Jonathan Branch Carr. Con mente divisa
(fotografia di Patrizia Garofalo)
(fotografia di Patrizia Garofalo) 
18 Aprile 2014
 

Jon Carr tira un rimorchio

inondato da successi e fallimenti,

prigioniero della mente

[– carceriere inclemente.

 

Quando io vedo il candore

della brina deposta

sul ponte gettato

dalle gazze, allora sì che

la notte è inoltrata.


 

 

Tratta ogni momento

come un campionato.

Corriamo

verso un’eternità celata.

 

Il colore dei fiori

ahimè è svanito;

mentre senza scopo

io ho contemplato

il mio passaggio nel mondo


 

 

Da qualche parte, in questa confusione di menzogne,

qualcuno sa l’ora.

Da allora,

segui solo i cartelli.

Vai verso la ragione, dove troviamo questa rima.

 

Nella mia solitudine,

quando esco dal mio abituro

e guardo intorno

dovunque è lo stesso

il crepuscolo d’autunno


 

 

È sentimento di colpa quando

invece di vedere la mia mente fottuta che parla

guardo il mio playback.

Quando le menti attaccano

la tua si muove strategicamente.

 

È perché soffia

che erbe e alberi d’autunno

appassiscono; a ragione,

dunque, il vento di montagna

lo chiamano arashi (violento).


 

Oh, come amo il beato Gesù,

quello che è morto per salvarci.

Mi fa ridere come se fossi Beavis.

È la mia ragione più forte,

l’unico che rimane fisso nel corso del tempo.

Raccoglie i miei frammenti.

È presente in ogni colpo di genio.

Perdona il mio costante tradimento.

Veglia su me da quando ero un feto.

(Questa poesia è stata scritta due settimane prima della morte)

 

Stavolta in questo viaggio

io non ho potuto portare offerte,

ma gli dei possono prendere quanto vogliono

del broccato di foglie d’acero

del monte delle offerte.


 

 

Jonathan Branch Carr

(Gli haiku sono tratti da La Centuria Poetica, G.C. Sansoni Firenze)

Stralci pubblicati in Tellusfolio il Venerdì Santo del 2014


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.1%
NO
 24.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy