Venerdì , 22 Gennaio 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Franco Buffoni, Guerra.
Franco Buffoni, Guerra, Lo Specchio Mondadori, pp.197, Euro 9,40
Franco Buffoni, Guerra, Lo Specchio Mondadori, pp.197, Euro 9,40 
16 Marzo 2006
 
Uscito per la collana Lo Specchio di Mondadori, Guerra è un libro fisico, tangibile, solido quanto tragico. Diviso in quattordici sezioni, le poesie nascono per invenzione grazie al ritrovamento di un diario del padre di Buffoni scritto a matita mentre era internato in un campo di concentramento. Buffoni legge così attraverso la voce del padre la prigionia, la sopraffazione. La mente di Buffoni ne elabora la lettura, se ne fa carico e cosi nasce questo documentato album in versi, dove si dipana la Storia sul freddo piano dell’enunciazione. Buffoni impiega degli anni a comporre questo poema composto per episodi autonomi ed allo stesso tempo connessi (ci fu un libro edito nel 2004 per LietoColle, Rammendi in cotone arancione che in Guerra è diventato la terza sezione). Il libro è teso, vi alberga una strenua energia e pare che la lingua di Buffoni venga invasa – come la mente – dalle interminabili scene di dolore, dal male che la guerra produce. Cosi è la forma di questo affresco, srotola tra le epoche: da città turrite e fanti  alle deportazioni in treno di fatale memoria, dai reduci ai disertori, dai cadaveri ai renitenti e poi le torture, la guerra fame morte vittoria (titolo di una sezione), i topi: è la visione della guerra da vicino, è l’indignazione, è l’uomo che racconta l’uomo e non si capacita dell’elenco scomposto di distruzione che accade e che è accaduto.
E non chiude con un lieto fine: l’ultimo testo infatti recita Wolfgang Liebelt / 10.1.25 – 30.12.43 / Nel cimitero tedesco di Cassino / («Se fossi un generale / non farei attacchi / con armate rettangolari / Ma solo azioni triangolari / Facendo segui al primo attacco / Una potenza sempre più massiccia») / A sapere piuttosto di ambrosia / Tra gli altri ventimilacinquantasei.
A chiudere la raccolta questa voce che pare provenire da Spoon River, la voce di un morto (numero, nonostante abbia un nome, una data di nascita e morte) che ossessionato dalla guerra appunto, ancora teorizza la carneficina, teorizza movimenti o possibilità che avrebbero potuto guidare una migliore vittoria, teorizza mentre è seppellito con altri ventimila e tot frutto di una pratica e teoria che altri prima di lui hanno giocato (e perso): la guerra.
 
Fabiano Alborghetti

Foto allegate

Franco Buffoni
Franco Buffoni, Rammendi in cotone arancione, Lieto Colle, 2004
Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy