Sabato , 23 Gennaio 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Quella notte a Dolcedo. Marino Magliani per Longanesi
21 Marzo 2008
 

Marino Magliani

Quella notte a Dolcedo

Longanesi, pagg. 260, € 16,00

 

Marino Magliani approda alla grande editoria con la sua opera più completa dopo gli ottimi L’estate dopo Marengo, Quattro giorni per non morire e Il collezionista di tempo. Il narratore imperiese, che divide la sua vita tra la costa ligure e l’Olanda, racconta una storia intensa che profuma di neorealismo e risale alla Resistenza.

«Da bambino i vecchi mi parlavano sempre della guerra, tracciavano quella frontiera tra bene e male e odiavano i tedeschi, ma poi i tedeschi fine anni Sessanta son tornati in Liguria a comprare le case e quella cosa, tra le tante cose, da ragazzo mi ha spiazzato», mi confida l’autore. Credo che la sua esperienza sia comune a tutti noi che siamo nati nei primi anni Sessanta. Il romanzo di Magliani parla di un tedesco che ritorna, spinto dalla nostalgia e dalla difficoltà di vivere, sui luoghi di una strage avvenuta in una notte d’estate del 1944. Il romanzo è ambientato in un paese del ponente ligure come Dolcedo, si sforza di raccontare l’altra verità della guerra civile italiana e di cambiare i ruoli tra vincitori e vinti. Lo scrittore sceglie di narrare in terza persona, usa lo stratagemma della doppia prospettiva, ma risulta credibile sia quando fa entrare in azione il vecchio soldato tedesco che quando inserisce Lori, una giovane donna italiana. Amore e mistero sono il filo conduttore di Quella notte a Dolcedo, due elementi che l’autore padroneggia, costruendo un romanzo che profuma di Liguria, tra mare, salmastro e oliveti arrampicati sule colline. Marino Magliani apprende la lezione di Biamonti e Calvino, ma percorrere una strada originale che lo inserisce nel ristretto gruppo degli scrittori italiani contemporanei che hanno qualcosa da dire. Leggiamo un brano estratto dal romanzo.

Quando tutto era finito erano scesi dalle terrazze. Faceva notte da un pezzo, Hans era l’ultimo della colonna, lo sguardo s’era infilato nel folto di un rovo e l’aveva vista per caso. Gli occhi della bambina spiavano il loro passaggio dal folto dei rovi, non s’erano mossi, impauriti. Doveva appartenere alla famiglia dei Droneri, o essere stata con loro, forse l’aveva nascosta Droneri padre. Qualcuno li aveva voluti morti... Ma lei doveva salvarsi. Così Hans aveva deciso in un attimo e non l’aveva tradita. Sceso qualche gradino di mulattiera era tornato su di corsa... Un movimento che aveva messo in allarme i compagni, li aveva sentiti appostarsi e gridare. Non era niente, aveva assicurato. Longanesi scommette sulla buona narrativa e sulla letteratura. Speriamo che il pubblico premi un editore coraggioso.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy