Lunedì , 22 Ottobre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Inquisizione: il regno della paura 
Si discute del libro di Toby Green al Circolo “Giordano Bruno” di Milano
02 Maggio 2010
 

Martedì 11 maggio 2010, ore 21

Circolo culturale “Giordano Bruno”

Milano - Via Bagutta, 12

Presentazione del libro di Toby Green

Inquisizione

Il regno della paura

 

Il Tribunale della Santa Inquisizione fu istituito nel Medio Evo per combattere le eresie: poi funzionò egregiamente, per secoli, contro le streghe e ogni forma di dissenso religioso... e la storia purtroppo, si può dire tutt'altro che conclusa...

 

 

Toby Green

Inquisizione

Il regno della paura

Armenia, 2008, pagg. 512, € 16,00

 

Tutti noi abbiamo sentito parlare dell’Inquisizione, cioè di quell’istituzione che perseguitò gli eretici, i dissidenti, i sacerdoti libertini e i pervertiti – non solo in Spagna e in Portogallo, ma anche in Africa, in Asia e nell’America Latina – per più di tre secoli, mutando via via i propri obiettivi e trascinandosi ostinatamente fino all’Ottocento.

Oggi il termine minaccioso di «Inquisizione» evoca un misto di terrore, angoscia e torture. Ma quali furono i suoi obiettivi? Qual era il suo modus operandi? Perché venne istituita e per quale motivo durò tanto a lungo?

In questo libro ben documentato, l’autore presenta un ampio e vivido panorama di fatti e documenti, riportando alla luce, attraverso i secoli, vicende finora ignorate e legate a individui di tutti gli strati sociali oltre che provenienti da diversi ambienti culturali. Veniamo così a imbatterci in streghe messicane, bigami brasiliani, massoni, indù, musulmani, protestanti, preti lussuriosi e naviganti omosessuali.

L’Inquisizione toccava tutti gli aspetti della società: i fedeli, pena la denuncia, erano tenuti a ostentare un adeguato rispetto per i luoghi sacri; una bestemmia sfuggita nella concitazione di una partita a carte poteva sfociare in un’inchiesta del tribunale; scartare il grasso da un cosciotto d’agnello spesso comportava l’accusa di giudaismo. L’Inquisizione, insomma, come una sorta di polizia segreta ante litteram, produsse un’atmosfera permanente di paura e di paranoia legata alla persecuzione istituzionalizzata della libertà di pensiero, precorrendo i sistemi totalitari del Novecento.

La storia di questa istituzione, quindi, non va ignorata o nascosta proprio perché nonostante tutto ci parla dell’uomo, in tutta la sua ricchezza e la sua complessità, e per il fatto che si sviluppò in un arco di tempo lunghissimo.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy