Giovedì , 28 Maggio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
“Fermare il Declino”. In cento dalla Valtellina e dalla Valchiavenna
06 Dicembre 2012
 

Martedì 4 dicembre si è costituito il comitato locale Fermare il Declino della provincia di Sondrio.

Il Movimento Fermare il Declino nasce lo scorso mese di agosto per iniziativa di 7 promotori guidati dal giornalista ed economista Oscar Giannino. Tutto ha avuto avvio con la pubblicazione su alcuni quotidiani nazionali e subito dopo sul sito www.fermareildeclino.it di un appello-manifesto intitolato “Cambiare la politica, fermare il declino, tornare a crescere” che nell’arco di 15 settimane ha raccolto 40.000 adesioni.

Libertà, meritocrazia, meno tasse e meno stato sono i punti fermi del movimento, con una chiara e precisa premessa: «la classe politica emersa dalla crisi del 1992-1994 salvo poche eccezioni individuali ha fallito e deve essere sostituita perché è parte e causa del declino sociale, economico e culturale del nostro Paese».

Il manifesto indica nei “10 interventi per la crescita” i principali obbiettivi del movimento: abbattere il debito anche attraverso la vendita di proprietà pubbliche; tagliare e rendere più efficiente la spesa pubblica permettendo di conseguenza la riduzione delle tasse su chi produce; premiare il merito tra i dipendenti pubblici; liberalizzare rapidamente i settori ancora non pienamente concorrenziali (trasporti, energia, poste, telecomunicazioni, servizi professionali e banche, inclusi gli assetti proprietari); privatizzare la Rai; riformare profondamente la giustizia; sostenere i livelli di reddito di chi momentaneamente perde il lavoro anziché tutelare il posto di lavoro esistente o le imprese inefficienti mediante sussidio di disoccupazione e strumenti di formazione che incentivino la ricerca di un nuovo posto di lavoro; liberare le potenzialità di crescita, lavoro e creatività dei giovani e delle donne, oggi in gran parte esclusi dal mercato del lavoro e dagli ambiti più rilevanti del potere economico e politico; adottare immediatamente una legislazione organica sui conflitti d'interesse; imporre effettiva trasparenza e pubblica verificabilità dei redditi, patrimoni e interessi economici di tutti i funzionari pubblici e di tutte le cariche elettive; ridare alla scuola e all'università il ruolo, perso da tempo, di volani dell'emancipazione socio-economica delle nuove generazioni; introdurre il vero federalismo con l'attribuzione di ruoli chiari e coerenti ai diversi livelli di governo.

Il comitato sondriese, si è costituito al fine di dare corpo, forma e organizzazione all’entusiasmo spontaneo sviluppatosi anche nella nostra provincia attorno a Fermare il Declino. Obiettivi principali quelli di aggregare tutti gli aderenti al movimento della provincia, ad oggi circa un centinaio, e diffondere le idee e il pensiero del movimento in Valtellina e Valchiavenna.

La costituzione del comitato ha avuto come ospite di onore Luigi Zingales, che assieme a Oscar Giannino è tra fondatori del movimento. Professore alla University of Chicago Booth School of Business, Zingales è un economista di fama mondiale (è stato recentemente inserito tra i cento pensatori più influenti al mondo dalla rivista Foreign Policy, unico italiano assieme a Mario Draghi) oltre che editorialista de Il Sole 24 ORE e del settimanale L'Espresso.

Nel corso dell'incontro è stato costituito un direttivo provvisorio formato da Andrea Massera, Vito Spezia, Luca Gianelli, Giorgio Balgera, Lorenzo Ruffatti con il mandato di compiere i primi passi per strutturare il comitato e aumentare il radicamento territoriale del movimento, nonché mantenere i contatti con i coordinatori regionali e nazionali. Sono stati inoltre affrontati i prossimi impegni del movimento. Si guarda con attenzione agli imminenti passaggi elettorali. Anche se ancora non ci sono le date ufficiali, le elezioni regionali saranno il primo banco di prova, per poi guardare al panorama nazionale.

Una tappa significativa del percorso di Fermare il Declino nella nostra provincia sarà l’incontro pubblico con Oscar Giannino,che si terrà a Sondrio entro la fine di gennaio.

 

Chiunque voglia prendere contatto con il comitato locale di Fermare il Declino ha a disposizione i seguenti riferimenti:

Mail: fermareildeclino.sondrio@gmail.com 

Twitter: @FiD_Sondrio

Facebook: fermareildeclinosondrio

 

Andrea Massera


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy