Martedì , 11 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Enea Sansi. Assolto anche in appello 'L GAZETIN per il “caso Traona”
La copertina del numero
La copertina del numero 'incriminato' ('l Gazetin, gennaio 2000) 
18 Gennaio 2008
 

Piccola, ma importante, notizia di prima mano. Una buona notizia! Si è tenuta stamattina, presso la Corte d'Appello di Milano, 1ª Sezione penale, l'udienza alla quale mi sono presentato, quale direttore responsabile del Gazetin, imputato del reato di diffamazione a mezzo stampa (o più precisamente 'omesso controllo' che ciò avrebbe consentito) nei confronti del Sindaco e dei componenti la Giunta comunale di Traona (So), per una corrispondenza del gennaio 2000 dal piccolo centro valtellinese.

Assolto in primo grado a Sondrio (21 ottobre 2003, sentenza n. 267) con formula piena («il fatto non costituisce reato»), il ricorso in appello era stato presentato, non dalla parte civile e cioè dagli amministratori che mi avevano querelato, ma dal pm Luisa Russo (!). Il piccolo caso di provincia (per la documentazione sulla vicenda si veda il link in calce) aveva dunque attraversato tutta la vicenda italiana di questi ultimi tempi: legge “Pecorella” (9 marzo 2006, n. 46) che, fra l'altro, eliminava il potere, in capo al pubblico ministero oltre che all'imputato assolto, di impugnare le sentenze di proscioglimento; successivo giudizio di incostituzionalità, con conseguente annullamento, della normativa stessa da parte della Corte Costituzionale (gennaio 2007) e quindi ripresa anche del procedimento a mio carico; riduzione dei termini di prescrizione per il reato in questione da 10 a 7 anni... etc.

In conclusione, il supposto reato da me compiuto nel 2000 risultava oggi prescritto, come già sapevo e mi ha riferito la presidente del collegio giudicante in apertura d'udienza. Non avendo però io accettato la prescrizione, udienza e giudizio sono proseguiti nel merito: è stato lo stesso Procuratore generale a chiedere l'assoluzione (!) ritenendo adeguatamente e correttamente motivato il giudizio di primo grado, cui il mio legale (Avv. Enza Mainini, che ringrazio anche qui) si è associato riportando le ragioni ampiamente emerse e dibattute, mentre la parte civile insisteva per la condanna e il risarcimento. Conclusioni: conferma della sentenza assolutoria del Tribunale di Sondrio, deposito dei motivi entro 30 giorni.

Che dire, oltre ad esprimere piena soddisfazione, mia e del giornale (edizione su carta e sul web)?

Criticare, anche aspramente, politici e amministratori che si fatica talvolta a distinguere dai malavitosi non è reato. Malgrado dubbi e perplessità in proposito si facciano di giorno in giorno più pressanti, in Italia è garantita la libertà di espressione. Se si è disposti ad accollarsene... gli oneri (non è un errore di digitazione: oneri, non onori).

 

Enea Sansi

 

Qui per accedere alla documentazione sulla vicenda disponibile on line


 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy