Sabato , 25 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Anna Lanzetta: Viaggio a Matera
Matera: I Sassi, foto A.L.
Matera: I Sassi, foto A.L. 
09 Settembre 2009
 

"…fu dapprima esperienza, e pittura e poesia…e poi teoria e gioia di verità per diventare infine apertamente racconto…"

Così dice Carlo Levi nel libro-documento “Cristo si è fermato a Eboli”,  da lui scritto, quando confinato ad Aliano (Matera), ebbe modo di conoscere la realtà di questo territorio e di descriverla.

Secondo Calvino:"Carlo Levi i è il testimone della presenza di un altro tempo all'interno del nostro tempo, è l'ambasciatore d'un altro mondo all'interno del nostro mondo".

E visitare Matera è come entrare in un altro mondo, in una realtà che ci riporta indietro nel tempo.

L’origine del nome Matera è controversa. C’è chi afferma che derivi dal greco “Meteoron”, chi dal termine greco-jonico Matera, ossia “madre”, ma sono tutte ipotesi  prive di fondamenta.

Città della Basilicata, capoluogo della provincia omonima, Matera è situata a 401 m sul versante occidentale delle Murge. Il nucleo più antico è disposto  in parte sul fianco scosceso della Gravina, in parte sul margine dirupato del pianoro e entro brevi gole.

Con l’età dei metalli nacque il primo nucleo urbano, quello dell'attuale Civita, sulla sponda destra della Gravina. A partire dall'VIII secolo, monaci benedettini e bizantini si stabilirono lungo le grotte della Gravina trasformandole in Chiese rupestri.

La zona è ricca di resti preistorici, tra cui manufatti paleolitici ritrovati nella Grotta dei Pipistrelli.

 

Matera  affonda la sua storia in un tempo remoto e segna le tappe dell’uomo dall’età paleolitica ad oggi, dai villaggi neolitici fino alla costruzione della Civita e dei Sassi. Dal periodo dei romani fino al 1638, quando ottenne la libertà demaniale, Matera è stata luogo di dominazioni , di conquiste e di saccheggi; ridotta a feudo, ceduta a vari domini, ha subito nel tempo  la dominazione di famiglie potenti come gli Orsini.

   

La Gravina (un profondo burrone  lungo quasi venti chilometri che si snoda da Matera fino alle alture argillose di Montescaglioso), la Murgia e le chiese rupestri (se ne contano oltre 120) con affreschi bizantini fanno di questo territorio un luogo unico e di grande suggestione.

 

Dal punto di vista artistico,  i “Sassi” (gli antichi rioni) sono unici nel loro genere; sono case scavate nel tufo, sovrapposte irregolarmente lungo i due avvallamenti del Sasso Barisano e del Sasso Caveoso, a ridosso della Gravina, che  ci riportano ai primi insediamenti: i villaggi sparsi, dove ogni gruppo viveva in modo autonomo, separato dagli altri.

Visitando il luogo, è ben visibile la separazione della parte antica da quella moderna. 

Palazzi signorili, chiese, conventi e nuovi insediamenti indicano l’evoluzione  della città nelle varie epoche; notevolissimi nelle chiese rupestri sono gli affreschi bizantini ma anche altri stili godono di un fascino inconfondibile: il romanico- pugliese, il gotico e il barocco. Forte è la credenza religiosa, espressa con la costruzione di chiese  e tra queste: la Cattedrale di Sant’Eustachio, in stile romanico pugliese (1230-1270). La  facciata è dominata dalla statua della Madonna della Bruna.

La facciata laterale su piazza Duomo ha due porte, la più interessante, finemente lavorata a ricamo,  è detta dei “leoni” per due sculture leonine presenti alla base.

  

Matera è una città da visitare più che da descrivere, perché è camminando per le sue strade che si scopre l’artigianato tipico nei colori fiammanti; è andando per gradinate e salite scoscese che si visitano le chiese rupestri con i meravigliosi affreschi, le cripte e le straordinarie dimore dei Sassi,di cui alcune arredate col gusto povero di una volta: un unico letto dove si dormiva a turno, la culla per il più piccolo, il telaio per tessere, l’indispensabile per sopravvivere.

     

È passeggiando che si può conoscere la storia, la cultura e la spiritualità di questa città, il suo artigianato tipico ma essenzialmente la bellezza del territorio con le sue asperità.

La struttura delle grotte richiama il paesaggio della Cappadocia (Fotoalbum: Narrative photo), le chiese rupestri con gli affreschi sono affini a quelle della Cappadocia e al Santuario di Santa Maria di Monte Stella nelle Locride (Foto album: Album Italia).

 

Le foto di Matera sono in Fotoalbum: Album Italia.

Grandi maestri del cinema hanno ambientato i loro film in questo territorio e tra questi La passione di Cristo di Mel Gibson del 2004, i cui esterni  furono girati a Matera e a Craco, oggi città fantasma.

  

 

    

                                     Anna Lanzetta

pietre a secco dei muri che costeggiano viottoli diretti verso Siti UNESCO nel Sud


Articoli correlati

  Anna Lanzetta: Una scuola senza sorriso
  Anna Lanzetta: Contro l’analfabetismo della sicurezza
  L’arte di raccontare. Il racconto di Shéhérazade. Sinbdad il Marinaio. A cura di Anna Lanzetta
  Ricordando con Primo Levi l'orrore dell'Olocausto nazifascista degli ebrei
  Ricordando con Joyce Lussu la Shoah
  Aspettando Natale con Hans Cristian Handersen. Fiaba per studenti di ogni età
  MultiMedia presenta Anna Lanzetta: La Breccia di Porta Pia
  L’arte di raccontare. Il racconto di Shéhérazade. Sinbdad il Marinaio. A cura di Anna Lanzetta 3
  Il fantastico mondo del re degli Elfi
  Il Trovatore di Giuseppe Verdi. Melodramma per la scuola
  “Mai più guerra” con il viatico dei disegni di Käthe Kollowitz
  Romanzo storico e pittura di storia (5). Visita alla Galleria d’Arte Moderna Firenze
  Il Vesuvio nelle impressioni di Antonio Stoppani. A cura di Anna Lanzetta
  Dal discorso tenuto da Barack Obama all'Università del Cairo. Proposta per gli esami.
  Geografia cristologica: Basilio Magno, Gregorio di Nazianzo in Cappadocia. Fotoalbum 7
  I poemi di Ossian: Daura e Arindal
  Breve nota su Efeso per incorniciare le fotografie di Anna Lanzetta. Fotoalbum 10
  Obama alla casa Bianca. Breve antologia per gli studenti sulle lotte dei neri d’America.
  Anna Lanzetta / Maria Lucia Querques. Un po' di educazione stradale a scuola?
  Anna Lanzetta: Noi diciamo NO! Dalle ronde fino alla stampa del CAPO
  Anna Lanzetta: Il mio saluto a Evelina Simonelli ragionando di pensione e di scuola
  Il Fantastico nell’epica classica 2
  L’ascesa al monte Ventoso nelle impressioni di Francesco Petrarca. A cura di Anna Lanzetta
  Anna Lanzetta: Sul “Giorno della Memoria”. Riflessione per non dimenticare.
  Anna Lanzetta: Uniti contro ogni violenza come educatori.
  Il Vesuvio nelle impressioni di François-René de Chateaubriand
  Ricordo di Mario Luzi per tutti i lettori e per gli studenti
  Anna Lanzetta: A proposito dell’immagine
  Il Fantastico nell’epica classica 1
  L’arte di raccontare. La meravigliosa storia di Shéhérazade. A cura di Anna Lanzetta 1
  Anna Lanzetta: “Da Petra a Shawbad. Archeologia di una frontiera”
  La Locride. Sulle orme della storia. Viaggio tra arte e cultura 2
  Ionio e Locride. Fotoalbum come illustrazione
  La Locride. Sulle orme della storia. Viaggio tra arte e cultura 1
 
 
Immagini correlate

  Anna Lanzetta - Matera- Cattedrale di sant’Eustachio
  Anna Lanzetta - Matera, interno di casa
  Anna Lanzetta - Matera-Santa Maria di Idris
  Anna Lanzetta - Matera "I Sassi"
  Vesuvio 1 - Chateaubriand
  Vesuvio 2 - Chateaubriand
  Anna Lanzetta - Matera- La salita
  Anna Lanzetta - Matera-La Gravina
  Moschea Blu - Interno - Istanbul
  Santa Sofia - Istanbul
  Santa Sofia, interno - Istanbul
  Pamukkale, La cascata pietrificata - Turchia 5
  Commerci sul Bosforo
  Ada Negri - La danza della neve
  Istanbul - Palazzo Topkapi
  Efeso - Teatro
  La fortezza di Rumeli Hisari - Bosforo
  Efeso - Il bassorilievo della Nikè
  Istanbul - La Moschea Blu
  Palazzo Beylerbeyi - Bosforo
  Efeso - Via dei Cureti
  La danza dei dervisci - Anatolia 6
  La Cappadocia - Anatolia 1
  Efeso - La fontana di Traiano
  Efeso - La biblioteca di Celso
  Bosforo
  Ponte sul Bosforo
  Lago salato, Anatolia 3
  I camini delle fate, Cappadocia-Anatolia 2
  Le tessitrici dei tappeti - Anatolia 7
  Gabriela Mistral - E' scesa la neve
  Valle di Göreme - Cappadocia-Anatolia 4
  Efeso - Impronta di piede nel postribolo
   Locride - Panorama
  Locride - Santa Maria di Monte Stella - Locride
  Locride - La Cattolica di Stilo
  Locride - Le Dolomiti del Sud
  Locride - San Giovanni Therestys
  Locride - La fiumara
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy