Martedì , 21 Gennaio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Roberto Malini. Buon viaggio, sardine!
(foto di Steed Gamero)
(foto di Steed Gamero) 
01 Dicembre 2019
 

Pesaro, come tante altre città, non si lega e accorre in massa alla manifestazione delle sardine. In una piazza Lazzarini gremita, si sono visti tanti cartelli di protesta contro i partiti dell’odio, delle bugie e dell’arroganza. Immancabili le sardine in carta, cartone e anche stoffa, con gli slogan che si ripetono in ogni flash-mob di questa nuova realtà.

Bisogna essere sinceri: la grande novità, a Pesaro come in altri centri, non è venuta dai proclami politici, ma dai discorsi dei giovani e dei liberi pensatori, che sono accorsi a centinaia. Questa è la forza delle sardine, che di fatto non hanno leader né alcuna gerarchia: ognuna è parte di un flusso di idee che chiedono verità, libertà, giustizia sociale e dicono no al razzismo, all’omofobia, all’antisemitismo, alla politica delle fake news e della violenza, alla paura, alle armi.

Ai margini della piazza ho incontrato numerosi gay e lesbiche, con sardine arcobaleno, e profughi che ascoltavano in religioso silenzio le canzoni e i discorsi. Una ragazza, all’interno di un gruppo di studenti, ha detto la cosa più vicina agli ideali che ispirano questo nuovo pensiero che attraversa il paese: “Siamo sardine e siamo diverse dai politici”. È ciò che rispondo ai giovani quando mi chiedono cosa rappresenti il movimento delle sardine: è la riscoperta dell’importanza della società civile. Le sardine non possono diventare politica e, se lo faranno, perderanno la loro identità e somiglieranno a movimenti politici che abbiamo già visto, nati con tanto idealismo e naufragati poi nel pantano del compromesso. La società civile trascende la politica ed esprime nello stesso tempo un impulso al progresso morale e culturale della società, un’attenzione costante ai diritti delle minoranze e una rappresentazione inderogabile della libertà di cui l’essere umano ha bisogno. La società civile è unione di persone libere e generose, che desiderano allontanarsi insieme dalla barbarie e dalla chiusura del pensiero, per trasformare la collettività e diffondere uguaglianza.

Nelle città italiane, addentrandosi nello sterminato banco di sardine che riempiono le piazze, si avverte questa nuova energia, di cui ognuno è parte e che nessuno può – neanche volendolo – controllare. Il sano sviluppo di questa energia, se essa riuscirà ad esprimersi secondo la natura con cui è scaturita, produrrà nuove frontiere di conoscenza, aggregazione, intervento umanitario, unione di intenti. Cambierà irreversibilmente la politica rinunciando a farne parte. E illuminerà una strada che la società umana continua da secoli a intravvedere, ma che non riesce ad imboccare con determinazione, distratta dall’avidità, dall’egoismo, dall’odio, dalla paura. Su quella strada, buon viaggio, sardine!

 

Roberto Malini


Articoli correlati

  Cinzia Sciuto. Care Sardine, non si risponde alla croce col velo
  Mellana. A pesci in faccia
  Mellana. Pesce in barile mai
  Mellana. Con un groppo alla gola
  EveryOne Group. Chi sono le sardine e perché non hanno già in mente di fondare un partito?
  Roberto Malini. Perché le “Sardine” dovrebbero trasformarsi in un vero partito politico
  Roberto Malini. Liliana Segre ispira ancora il migliore attivismo umanitario
  Vetrina/ Roberto Malini. Abbiamo dimenticato
  Giornata Europea della Cultura Ebraica a Barletta: un successo, aspettando la Cittadella
  Editoria/ Recensione della collana “Le isole del suono” (Lavinia Dickinson Edizioni) sul prestigioso Le Monde diplomatique
  In libreria/ Roberto Malini. “Immergi i piedi in questo fiume di speranza” di Alatishe Kolawole
  Vetrina/ Roberto Malini. I nuovi partigiani
  L'importanza dei difensori dei diritti umani in quest'Italia di barbarie istituzionale
  Roberto Malini. Le fiamme di Notre-Dame
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy