Domenica , 12 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > I Care... communication
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Rosario Amico Roxas: Il cattolicesimo di Ratzinger (parte 1ª)
14 Luglio 2009
 

Il cristianesimo genuino si rifugia nei cuori e nelle coscienze dei credenti genuini; fuori dalle coscienze e dai cuori c’è l’assedio minaccioso del “cattolicesimo dei politici” e “del cattolicesimo degli atei” che negano il diritto di cittadinanza al “cattolicesimo dei cattolici”.

A questo ignobile assedio oggi partecipa attivamente anche “il cattolicesimo di Ratzinger”, il più pericoloso, perché indossa gli abiti del Vicario di Cristo, mentre Cristo non c’entra niente, è stato emarginato, isolato, messo da parte come un suppellettile diventato inutile e superfluo.

Ratzinger, dall’alto del trono di Pietro, propaganda e vorrebbe imporre la sua personale visione di un Cristo diverso, dissolutore della soggettività umana, come improvvisata risposta al nichilismo e al relativismo, entrambi combattuti a parole, servendosi del peggior relativismo e del peggior nichilismo. Con le risposte provenienti dal più alto seggio della cristianità, viene riproposto, sotto mentite spoglie, un ritorno a quel neo-positivismo che riduce la sfera umana e umanistica nella oggettività del processo evolutivo, intrinsecamente deterministico.

Dopo decenni di manovre occulte svolte da cardinale inquisitore (condanna della teologia della Liberazione, elaborazione e stesura del Nuovo Catechismo, traduzione della Pacem in terris, storicizzazione della divinità di Cristo nel “Gesù di Nazaret”, esaltazione del razzismo selettivo nel Senza radici a quattro mani con il razzista Marcello Pera), Ratzinger ha iniziato a mostrare i suoi veri intendimenti con quel volumetto a quattro mani Senza radici nel quale ha coniugato il pensiero cattolico cristiano universale, con quello ateo, razzista di Marcello Pera.

In questo volume il Cattolicesimo viene inteso come religione “europea”, non universale, così come le parole di Cristo vengono pietrificate dentro la cultura occidentale che dovrebbe nutrire le radici del cristianesimo, a prescindere dai frutti che tali radici hanno prodotto.

Da parte di Ratzinger l’europeismo del cattolicesimo trae origine dalla cultura stessa dell’autore che risente profondamente di retaggi pangermanici, mentre l’avallo offerto da Pera offre il sostegno di un apparato laico che tale non è, perché inteso a servire la Chiesa per potersene servire, diventandone, abusivamente, il portavoce laico.

Ne viene fuori un cattolicesimo monco della universalità, selettivo, dialettico, osservatore di una minima parte dell’umanità che sarebbe destinata a ergersi al di sopra del resto del mondo.

Cadrebbe in errore anche Giovanni Paolo II quando afferma nuove e diverse interpretazioni dei Vangeli affermando che non sono cambiati i Vangeli ma che solo adesso stiamo imparando a comprenderli. Non sono, queste, affermazioni genuine del papa polacco, sembrano piuttosto scritte dallo stesso Ratzinger come custode estremo del radicalismo della Congregazione per la Fede, retaggio medievale della Controriforma e dell’Inquisizione.

Così il cristianesimo si autoreferenzia nella elaborazione della dottrina, rinnegando 2000 anni di storia che hanno visto la fede in Cristo mantenersi viva e vitale nel cuore dei popoli.

Cercando la radice di un cristianesimo dialettico, si tacciono i frutti che tale cristianesimo ha prodotto; frutti amari, dolorosi, perché privati del nettare dell’umanesimo e della universalità.

Il cristianesimo è cresciuto e crescerà fin tanto che i cristiani “saranno dati in pasto ai leoni”; la pretesa del duo Ratzinger-Pera è di capovolgere la storia e “dare i leoni in pasto ai cristiani”, chiamandoli a combattere il  relativismo e il nichilismo che loro stessi alimentano.


Rosario Amico Roxas

Con umiltà, ateo, per grazia di Dio.



Parte 1ª – continua


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy