Sabato , 28 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Mattia Chiusano (La Repubblica). Aguero, la madre è in fin di vita. Ritorno a Cuba tra dramma e paura 
A Madrid alla ricerca del visto sperando che Avana lo conceda. Dovrebbe saltare solo tre partite e tornare in tempo per i quarti
07 Agosto 2008
 

PECHINO - La “desertora” vuole tornare a casa. A Cuba, il paese che ha lasciato sette anni fa: una fuga in Italia, per sposare il suo amore, trovare una nuova cittadinanza. Ma ora Taismary Aguero deve rientrare per forza: la madre è in fin di vita, non si può più aspettare. La trascinatrice della nazionale italiana pallavolo partirà nella notte cinese, verso un destino che non conosce nemmeno lei. Primo scalo a Madrid, alla ricerca di un visto. Seconda tappa Cuba, con tante, troppe incognite. Con molta paura, ed il timore di poter essere persino arrestata.

Tai Aguero era la colonna del volley cubano che vinse l'oro alle Olimpiadi di Atlanta '96 e di Sydney 2000. Il 19 giugno 2001 la sua famiglia si radunò all'aeroporto per accoglierla, ma lei non c'era. Dopo qualche settimana arriva una lettera: sono rimasta in Italia, vi tengo nel cuore.

A quel punto inizia la seconda vita della Aguero, come donna e come giocatrice. Una storia che culmina con il trionfo nella Coppa del mondo, lo scorso novembre. Una schiacciatrice implacabile anche contro Cuba, che decide di affrontare all'ultimo istante dopo una vigilia di tormenti. «La mia casa ormai è in Italia» dice: a Perugia. Tai, nata il 5 maggio '77 a Sancti Spiritus, sentiva da tempo nostalgia della madre Dulce Fedora, che vive nel paesino di Mayajigua, nemmeno seimila abitanti a 360 chilometri dall'Avana. La Fipav stava lavorando per ottenere un visto turistico per la donna anziana e malata: se Tai non poteva tornare a Cuba, si poteva tra mille difficoltà provare a portare la mamma in Italia. Niente da fare, ma la pessime notizie sulle sue condizioni di salute piombano a Pechino quando la Aguero è ormai alloggiata nel villaggio olimpico.

Il programma di questa trasferta lampo prevede che la giocatrice torni in Cina il 14 agosto, in tempo per la fine del girone eliminatorio e per gli eventuali quarti di finale, saltando solo le partite con Russia, Kazakhstan e Algeria, ma il suo viaggio è pieno di incognite. Tai voleva essere a Cuba già due anni fa, per il funerale del padre. Allora non la lasciarono rientrare. Questa volta sembra decisa ad andare fino in fondo.

 

Mattia Chiusano inviato di Repubblica

(da Repubblica.it, 6 agosto 2008)


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 29 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy