Domenica , 24 Gennaio 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
In libreria/ Marisa Cecchetti. “Portolano del corpo” di Nicola Dal Falco
27 Settembre 2018
 

Se il portolano è un manuale che offre l’elenco dettagliato dei porti a cui sbarcare, ad uso dei marinai, col Portolano del corpo Dal Falco dà voce ad un simbolico marinaio che scopre e valorizza tutte le bellezze del corpo della donna. Non è la donna dantesca di cui ammiriamo solo la luminosità del sorriso, che passa tra la gente con la leggerezza di un angelo, ma la femmina in tutta la sua fisicità, con la concretezza di ogni parte del corpo, può essere il collo, l’orecchio, lo zigomo, le unghie delle mani, poi tutto il resto, a scendere, con grande delicatezza: “lingua vegetale il silenzio,/ spazio descritto in cerchi,/ dalla mano che scende/ ad angoli più acuti,/ a invidiosi ascolti”.

Il sorriso la rende desiderabile, sembra avere un suono, è ammaliante: “Breve tempesta in viso,/ vento di terra,/ augurio di melograni:/ spaccata bellezza in chicchi”.

Il contatto, la pelle, la carezza, il percorso della mano sul corpo, aprono alla sensualità ed all’erotismo con la voluttà della scoperta e dell’attesa. Con lo stesso desiderio si attendono i fiori alla fine dell’inverno: “Sono la terra prima dei fiori, coperta/ da una crosta di brina”.

La meraviglia ed il piacere sono dovunque palpabili, del resto “tutto/ lo spaesato mondo/ dall’al di qua/ affidato/ a spanne/ di piacere/ a rosse cappelle/ e nere cervici”.

La bocca scorre sul corpo che si offre “alla lama dei baci”, lo ascolta palpitare, ed il piacere avvolge entrambi, “schiavi - brezza o tempesta/ della stessa acqua”, mentre il tempo si dilata “nella stanza frugale/ fresca/ e lenta d’ore”, e portolano, approdo, si diventa in due.

Se il mare aperto è dei marinai, questa è la voce di chi non sceglie il largo, ma sta in porto, osserva le partenze e attende i ritorni, voce di terra, sicurezza per i naviganti sotto le stelle: “All’altare nei porti/ Ho sacrificato/ La via del largo”. Il corpo è la terra, è accoglienza e casa.

Se l’elemento liquido - il mare - è sempre in sottofondo, la terra è presente col suo avvicendarsi delle stagioni, che altro non è che lo scorrere della vita, quando diventa prezioso “l’erbario dei ricordi”. Il ricordo ha il dono della selezione: qui si raccolgono emozioni forti, positive, vitali, attraversate da una nostalgia leggera.

La prima parte della raccolta, Portolano del corpo, trova complementarietà nella seconda, Appendice di terra, perché il corpo di lei ha bisogno di attenzioni, deve essere curato come si cura un orto: “Bagnato e curato come si cura un adolescente, con qualche carezza/ e molte parole gettate al vento”: l’apprezzamento della bellezza attraverso il contatto è al di sopra delle parole.

Quella di Dal Falco è una poesia dove la fisicità e l’eros non prorompono sfacciati, ma sono stemperati in un linguaggio simbolico, allusivo ed a suo modo pudico. Dove alle immagini ed ai colori si affiancano le voci della Natura, il canto dei grilli, i rintocchi del picchio, il lento smangiare dei tarli, i fischi delle poiane alla riva, lo schiocco dell’acino d’uva sotto i denti.

Ma sopra tutto c’è un suono che solo l’orecchio di un poeta può percepire, ed è “quel bussare a tempo/ di chi nasce”, in cui sta il miracolo della vita e della continuità del genere umano. Che è frutto solo d’amore.

 

Marisa Cecchetti

 

 

Nicola Dal Falco, Portolano del corpo

La Vita Felice, 2018, pp 72, € 12,00


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy