Sabato , 21 Aprile 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Ariccia. L’assessore Indiati promette 
Ma il Coordinamento vuole garanzie “nero su bianco”
01 Dicembre 2017
 

Ieri 30 novembre abbiamo attuato un presidio popolare sotto la sede del Comune di Ariccia, preceduto e largamente preannunciato da due richieste di incontro col sindaco, rimaste lettera morta. Dopo aver costatato l’assenza del primo cittadino e dei responsabili del settore ambiente, i cittadini e i comitati presenti hanno deciso di mantenere comunque il presidio, invitando la segreteria del sindaco a rintracciare almeno uno dei responsabili.

Finalmente si è fatto vivo l’assessore all’ambiente Enrico Indiati, che davanti a una folta delegazione ha recitato la sua parte non senza qualche contraddizione. Ha sostenuto che il progetto FARO (biogas + fertilizzante) presentato in Regione per accedere ai finanziamenti per il “Compostaggio di Comunità”, l’avrebbe redatto un tecnico che, a sua insaputa, si sarebbe presa la libertà di proporre la soluzione “bio”gas + compostaggio.

Lui (Indiati) giura e spergiura che il biogas non lo vuole né piccolo né grande. Siccome fidarsi è bene ma essere gonzi è male, abbiamo chiesto all’assessore perché non hanno risposto, entro i 30 giorni previsti per legge, alla nostra ripetuta richiesta di accesso ai documenti; perché, anziché riceverci quando l’abbiamo chiesto e spiegarci tutto, avesse firmato, il giorno prima del presidio del 12 novembre, un manifesto in cui attaccava chi si era permesso di parlare di biogas, minacciando azioni legali. La risposta è stata prevedibile e attenta a tranquillizzare i presenti. “Se il finanziamento sarà concesso”, dice lui, “il progetto sarà da noi modificato escludendo la digestione anaerobica e il biogas”.

Ribadendo in chiusura all’assessore la nostra volontà di aspettare fatti nero su bianco e non dichiarazioni verbali, abbiamo deciso di mantenere la mobilitazione in atto, in attesa dei documenti, compresi quelli attestanti le modifiche al progetto FARO e gli elaborati progettuali riguardanti l’impianto Waste Control a Cecchina.

 

Coordinamento contro l’inceneritore di Albano

Comitato Ribelli di Montagnano


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.6%
NO
 24.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy