Venerdì , 06 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lidia Menapace. Un nuovo femminismo? Certamente e presto!
08 Gennaio 2016
 

La domanda serpeggia, persino accompagnata da benevole osservazioni sul fatto che il femminismo avrebbe oramai fatto il suo tempo e che volerlo mantenere dopo i disastri provocati, sarebbe solo stupidità, opinione accompagnate da qualche frase ironica da parte di quei non molti uomini capaci di ironia e (merce ancor più rara) di autoironia.

Bene, sono una femminista non pentita e mi sono davvero stufata di essere messa alla prova da simile sfoggio di razionalità e cultura. Osservo che chiamiamo democrazia rappresentativa (di che?) quella in cui non è rispettata una osservazione emessa dalle N.U. circa un anno fa e che dice: «le donne sono la maggioranza stabile della popolazione del pianeta e di ogni paese che lo compone e occupano in maggioranza ovunque gli strati meno favoriti della popolazione». “Ma ora rimedieremo”, dicono i patriarchi gentili, “e chissà se poi è vero”: ho controllato per il nostro paese ed effettivamente dopo l'ultimo censimento le cittadine risultano essere due milioni e passa più dei cittadini. Né si ha notizia di donne presidenti della repubblica né del Consiglio ecc. ecc. Eppure Nilde Jotti sarebbe stata una ottima presidente e non meno Giglia Tedesco (foto) o Tina Anselmi o la Codrignani (molto più di Segni, di Cossiga, di Reale, di Napolitano ecc.). Almeno si riconosca pubblicamente che la Repubblica ci ha perso a non avere mai preso in considerazione candidature di donne. “Adesso rimedieremo” ridicono i soliti già citati patriarchi gentili: ma noi eravamo di più già al tempo del referendum monarchia/repubblica, nel quale risultò che un milione di donne votarono repubblica più degli uomini. E allora quanto dobbiamo aspettare? E se partiamo dalla citata opinione delle N.U., come fare per renderla conseguente nelle decisioni politiche? La domanda se la posero già un secolo e mezzo fa le donne norvegesi, le prime al mondo ad aver ottenuto il riconoscimento del diritto di voto, le quali, non fidandosi che lasciar fare al tempo sarebbe bastato, pretesero e ottennero che le liste promovessero le donne con la “clausola di non sopraffazione di genere”, cioè che non si potessero presentare liste nelle quali un genere avesse più del 60% dei posti e l'altro meno del 40%. Clausola che da noi è stata ribattezzata ironicamente “quote rosa”. Invece in Norvegia hanno sperimentato che ora si dovrebbe applicare la citata “clausola” a favore dei maschi, le chiameremo “quote azzurre”?: non occorre farsi pensieri, siamo ben lontane dall'avere simili preoccupazioni.

Ma intanto dico che non sono disposta ad accettare che si vada indietro così. E che non posso considerare democratici quegli uomini che non si impegnano a promuovere la realizzazione piena del diritto di cittadinanza per le donne, non solo come astratta affermazione di principio, cui non segua alcuna azione concreta.

Ecco un esempio: di recente Rodotà costituzionalista colto gentile educato progressista e favorevole a dire NO nel prossimo referendum costituzionale, è solito affermare di essere favorevole a lottare per riformare una democrazia imperfetta “per le donne”. Ma se le donne sono la maggioranza della popolazione, una democrazia imperfetta per le donne è “una democrazia imperfetta” e basta.

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy