Lunedì , 27 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
“Come uscire dalla crisi” 
SEL Sondrio propone un incontro-dibattito sabato pomeriggio
17 Febbraio 2012
 

Sinistra Ecologia e Libertà

di Sondrio invita

 

sabato 18 febbraio 2012 - ore 15:00

Sala Besta della Banca Popolare di Sondrio

Via Vittorio Veneto, 4

 

Uscire dalla crisi

come

incontro pubblico

 

Introduce

Vincenzo servile

coordinatore provinciale di s.e.l.

 

Coordina

Aldo Bonomi

sociologo, direttore Consorzio AA ster, direttore rivista Communitas

 

Ne discutono

Lapo Berti,
economista, già all’Antitrust

Marco Revelli,
professore di Scienza della politica presso l’Università del Piemonte Orientale

Walter Ganapini,
già presidente nazionale di Greenpeace

 

 

ALLARGARE GLI ORIZZONTI

Allargare gli orizzonti del dibattito provinciale sul tema della crisi e delle sue possibili “uscite” è l’obiettivo dell’incontro pubblico promosso da SEL sabato 18 febbraio alle ore 15, presso la sala Besta della Banca Popolare di Sondrio. I relatori sono di notevole rilievo (si veda nota).

Alle volte il dibattito provinciale dà l’impressione di annegare nel localismo; le grandi tematiche economiche, sociali e politiche vengono percepite come distanti e gli effetti dei processi in atto passivamente subiti. Attrezzarsi culturalmente, invece, è doveroso, anche perché la dimensione locale può avere un ruolo importante nel superamento della crisi, magari prefigurando un nuovo modello economico-sociale. Aprire gli occhi sulla crisi, discutere sulle risposte neoliberiste alla stessa, come quelle che l’Europa a guida tedesca e il governo Monti stanno praticando, domandarsi se siano le uniche possibili o esistano altre vie in grado di coniugare giustizia sociale, diritti, green economy; insomma modelli diversi di “progresso”.

 

RIFORMARE LE ISTITUZIONI E MIGLIORARE LA POLITICA

Siamo convinti che il tema della riduzione dei costi della politica debba essere coniugato al tema della difesa delle istituzioni democratiche. Ci riferiamo in primis alla questione delle province: esse, previste dalla Costituzione italiana, vanno mantenute come istituzioni elette dal popolo e non come “enti di secondo livello”, che invece vanno soppressi (Comunità Montane, BIM, ecc.). Le province vanno invece mantenute, magari riducendone il numero, ma sulla base delle caratteristiche specifiche dei territori e dei loro abitanti, come indispensabile elemento di sintesi della volontà popolare, espressa attraverso il voto.

Va migliorata invece la qualità della politica, anche a livello locale.

Non siamo immuni dagli scandali; non siamo immuni dalla occupazione di più poltrone presso diverse aziende pubbliche, come SECAM, da parte delle stesse persone; non siamo immuni dall’uso improprio del denaro pubblico, come nel caso delle “distribuzioni a pioggia” da parte del BIM.

Questo non deve più avvenire; l’alternativa alla cattiva politica non è l’antipolitica (“sono tutti uguali”), ma è la buona politica, come amministrazione e cura della “cosa pubblica”.

 

FAR CRESCERE SEL NELLA NOSTRA PROVINCIA

In questi giorni abbiamo aperto la campagna di iscrizione a SEL nella nostra provincia. Siamo un soggetto politico nuovo, il quanto più lontano possibile dal modello dei partiti del passato; siamo un soggetto aperto ai contributi di chi si muove positivamente nella società; non siamo un partito identitario, che picchetta le proprie differenze, ma abbiamo l’ambizione di contribuire con altri a ridare identità alla Sinistra. C’è grande bisogno di Sinistra nella società di oggi per combattere le disuguaglianze sociali e per progettare un tipo di società solidale, non basata sui sacrifici al “dio mercato”.

Al nostro “campo di idee” fanno riferimento il sindaco di Milano e quello di Cagliari, il presidente della regione Puglia e, presto, ci auguriamo il sindaco di Genova. Ma vogliamo crescere anche qui, perché anche qui abbiamo cose da dire e idee da portare.

 


Marco Revelli (foto). Figlio del partigiano-scrittore Nuto Revelli, è titolare delle cattedre di Scienza della politica, Sistemi Politici e Amministrativi Comparati e Teorie dell'Amministrazione e Politiche Pubbliche presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”, si è occupato tra l'altro dell'analisi dei processi produttivi (fordismo, post-fordismo, globalizzazione), della “cultura di destra” e, più in genere, delle forme politiche del Novecento. È coautore con Scipione Guarracino e Peppino Ortoleva di uno dei più diffusi manuali scolastici di storia moderna e contemporanea (Bruno Mondadori, 1ª ed. 1993).

 

Walter Ganapini ha 57 anni, è di Reggio Emilia, è stato presidente dell’Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente. Laureato in chimica, ha insegnato nelle Università di Venezia, Udine e Milano ed è membro onorario del Comitato Scientifico dell’Agenzia Europea dell’Ambiente. Esponente di spicco dell’ambientalismo, è autore di diversi libri in materia: tra cui Ambiente made in Italy. Ganapini è tra i fondatori di Legambiente, del cui gruppo dirigente ha fatto parte per oltre vent’anni, è stato anche Presidente di Greenpeace Italia. Inoltre dal 1998 al 2001 è stato autorità nazionale di sicurezza nucleare. Recentemente ha fondato “Macroscopio”, istituto di analisi e pianificazione eco-energetica.

 

Lapo Berti, economista, è attualmente dirigente presso l’Autorità garante della concorrenza e del mercato Antitrust. È stato docente di Politica economica e finanziaria. Si è occupato di problemi di teoria monetaria e di storia del pensiero economico nonché di politica economica. È autore di L’Antieuropa delle monete (con A. Fumagalli, 1993) e di Saldi di fine secolo. Le privatizzazioni in Italia (1998).

 

Aldo Bonomi. Fondatore del Consorzio Aaster www.aaster.it,che dirige dal 1984, ha sempre mantenuto al centro dei suoi interessi le dinamiche antropologiche, sociali ed economiche dello sviluppo territoriale. Attualmente editorialista de IlSole24Ore, dove cura la rubrica “Microcosmi”, è stato negli anni ’90 consulente del CNEL durante la presidenza di Giuseppe De Rita. Direttore del mensile Communitas il mensile della società di mezzo.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy