Martedì , 18 Febbraio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Patrignani. Lombardi e il Fenicottero
03 Gennaio 2011
 

Carlo Patrignani

Lombardi e il Fenicottero

L’Asino d’oro edizioni, pagg. 203, € 18,00

 

Il libro scritto in onore di Riccardo Lombardi e per l'occasione della donna che gli fu vicina per 52 anni ma senza mai perdersi, Ena Viatto, il 'fenicottero' per l'attività svolta nella Resistenza di diffondere materiale di stampa clandestino, sta ricevendo consensi inaspettati: quindici le presentazioni fatte e una vasta eco sui media. Giunto alla seconda edizione, in via di esaurimento, il libro ripropone a distanza di 26 anni l'immagine di un 'eretico', di un politico 'anomalo' rispetto alla tradizione italica: onestà e rigore intellettuali lo caratterizzarono fortemente al pari delle sue straordinarie e perciò attuali analisi e proposte politiche, economiche, sociali. Un uomo di cultura prestato alla politica; un intellettuale Utopico a cui però l'Utopia servi' per leggere i movimenti nella e della società; un socialista che non sapeva cosa fosse il socialismo: “Non chiedetemelo, non lo so. Ma so cosa non è socialismo”.

 

Il resto, lo lascio a Pietro Caruso, già Presidente della Fgs e coordinatore dal 1976 al 1981 della corrente 'lombardiana'. (Carlo Patrignani)

 

 

Sono rimasto colpito anche dalla scelta editoriale dell'Asino d'oro, fresca casa editrice che ha saputo accogliere un racconto diviso a metà fra il saggio documentato e il racconto esistenziale. Di ‘metamorfosi’, di 'trasformazioni', secondo Apuleio e Ovidio, ne abbiamo davvero bisogno, per evitare invece l'appiattimento, l'agiografia, l'implosione della memoria. Mi auguro che questa brillante casa editrice continui a raccontare i ‘cambiamenti’ e le ‘trasformazioni’ della vita delle persone in rapporto a figure carismatiche specie se eretiche e sfuggenti a facili classificazioni. Il libro è un tentativo riuscito di unire insieme frammenti spesso inediti del Lombardi uomo e maestro di pensiero ed alcuni momenti ideali e politici rivissuti dal giovane militante socialista Patrignani.

Lo stile asciutto di Lombardi e la sua severità morale furono un elemento di grande attrazione per un gruppo di giovani che si sentivano istintivamente di sinistra all'inizio degli anni Settanta ma non avevano ancora compiuto una definitiva scelta politica. Lombardi, senza concedere formule allettanti, diventò il punto di collegamento fra le migliori esperienze di lotte studentesche ed operaie del triennio 1967-1969 e quella opzione di riformismo-rivoluzionario che cercava uno sbocco politico nel Psi disponibile a sostenerle, sul piano delle concrete iniziative, all'interno del Parlamento. La cancellazione della memoria è un dramma soprattutto per quella parte della sinistra smemorata che confonde i quindici anni di leadership craxiana come l'intera storia più che secolare del socialismo italiano nella quale oltre al gigante Lombardi, inquieto esponente prima della sinistra popolare, poi di quella azionista, campeggiavano figure come Nenni, Pertini, De Martino. Per l'attualità il pensiero di Riccardo Lombardi è molto utile perché le sue analisi si ponevano fin da principio il problema della coniugazione dei diritti civili con quelli sociali, continuando dunque l'esperienza del moderno liberalismo e del socialismo riformista. È chiaro che il pensiero di Lombardi è antitetico a quello delle destre, lontano mille anni dal cinismo amorale di Berlusconi e dei berlusconiani, ma anche inflessibile nel non concedere alibi alla ‘sinistra di cartone’. Quella che ha sognato il bipartitismo che in un Paese come l'Italia ben difficilmente si affermerà. E la lezione di Lombardi è diretta a chi pensa oggi nel ventunesimo secolo di tornare a quello scorso e di costruire ‘un presepe’ nel quale al Psi verrà riconsegnato il ruolo del terzo partito politico italiano, ago della bilancia. Se mai il libro di Patrignani serve a recuperare nella mente di ciascun socialista uno spazio della ‘memoria’ capace di rilanciare, oggi, una futura alleanza su scala europea dei democratici e dei socialisti capace di ritrovare sotto il simbolo della rosa del Pse tutti i progressisti disponibili a giocare il presente ed il futuro superando questi anni orribili e bui che caratterizzano la crisi del capitalismo e il rischio di sconfitta delle democrazie e dei loro valori. Ed è per il recupero e il riaffiorare alla luce della ‘memoria’ non solo individuale ma collettiva, perché coinvolge intere generazioni, dopo anni ed anni di cancellazione e obnubilazione, il grande merito della giovane casa editrice: guarire con la memoria perché di ‘metamorfosi’ e di 'trasformazioni', ne abbiamo davvero bisogno. (Pietro Caruso)


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy