Mercoledì , 11 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Italiani detenuti a Cuba. Interrogazione alla Farnesina dei senatori radicali 
Dopo la denuncia di manipolazione delle prove da parte della polizia cubana diffusa da Yoani Sánchez
01 Agosto 2011
 

Con il collega Perduca ho rivolto oggi un'interrogazione al Ministro degli Affari Esteri, riguardo la vicenda dei connazionali Luigi Sartorio, Simone Pini e Angelo Malavasi (foto, da sin. - ndr), che si trovano in stato di fermo a Cuba dal 3 luglio 2010 nell'ambito delle indagini relative alla morte di una ragazza locale di dodici anni, avvenuta il 14 maggio nella città di Bayamo, nella provincia di Granma. I tre hanno dichiarato da subito la propria innocenza e, anzi, di trovarsi in Italia in quei giorni potendone fornire prove anche ufficiali.

Nel scorso mese di febbraio 2011 il sottosegretario agli esteri Alfredo Mantica, rispondendo ad un'interrogazione parlamentare confortava sul fatto che la Farnesina stesse seguendo attentamente la vicenda e, in sinergia con la nostra Rappresentanza diplomatica a L'Avana, avrebbe continuato a fornire la massima assistenza ai nostri tre connazionali «monitorando gli sviluppi della vicenda e vigilando sul corretto svolgimento del procedimento giudiziario». Sono trascorsi ormai più di sei mesi da tale intervento e oltre un anno dall'inizio della detenzione a Cuba dei connazionali Malavasi, Pini e Sartorio, ma nulla è nel frattempo cambiato.

Il giornalista Gordiano Lupi, curatore della rubrica “Oblò cubano” sulla testata online Tellusfolio.it, riferisce di una visita effettuata dalla nota blogger cubana Joani Sánchez a Simone Pini nel carcere di 'Combinado del Este' (L'Avana). Inoltre, ricostruisce “Il caso degli italiani a Bayamo” riportando le denunce di comportamenti arbitrari che si sarebbero verificati nel corso delle indagini di polizia, fino a – gravi, ove dovessero trovare conferma – episodi di «tortura» e inumane condizioni di detenzione al fine di ottenere 'confessioni'.

La stessa Yoani Sánchez diffonde la denuncia di Simone Pini, di manipolazione delle prove da parte della polizia, come G. Lupi riporta in un articolo del 10 luglio 2011. In una successiva comunicazione al giornalista del 17 luglio 2011, Sara Malavasi, sorella di Angelo Malavasi, confermando il quadro tutt'altro che tranquillizzante che emerge dai rapporti sopra citati, riferisce dell'inadeguatezza della difesa legale del proprio congiunto come degli altri due detenuti italiani (oltre un anno trascorso senza formalizzazione dell'accusa) e lamenta una scarsa assistenza e informazione da parte dell'Ambasciata.

Pertanto chiediamo al ministro interrogato se le informazioni sopra riferite trovino riscontro in quelle della Rappresentanza diplomatica italiana a L'Avana; se tali vicende, anche per il protrarsi tanto lungamente, non configurino un problema umanitario di rilievo internazionale e che come tale debba venir affrontato con decisione dal Governo mediante l'assunzione delle più idonee iniziative.

 

Donatella Poretti

senatrice Radicale

 

Qui il testo dell'interrogazione


Articoli correlati

  Gordiano Lupi. Il caso degli italiani a Bayamo
  Cuba. Circolano in rete tre video sul delitto di Bayamo
  Luigi Sartorio. Fatti la galera. (E taci)
  Tre italiani condannati a severe pene detentive per il caso della bambina morta a Bayamo
  Cuba. Simone Pini “dall'inferno del Combinato del Est”
  Gli italiani coinvolti nel delitto di Bayamo rischiano fino a 25 anni di galera
  Yoani Sánchez incontra in carcere un italiano accusato di omicidio
  Il delitto di Bayamo. “Il mio cliente è vittima di un grave errore giudiziario”
  Yoani Sánchez diffonde la denuncia di Simone Pini
  Gordiano Lupi. Cuba. Giornalista spagnolo processato per corruzione di minori
  Alan Gross, lo sciopero della fame e gli italiani condannati per omicidio
  Garrincha e Alan Gross
  Cuba. Tre italiani a giudizio per il delitto di Bayamo
  Cuba. I veri assassini di Bayamo sono ancora liberi
  Gordiano Lupi. Tre italiani nelle carceri cubane
  Luigi Sartorio, in carcere in Italia come a Cuba. Da sette anni
  Gordiano Lupi. Luigi Sartorio, vittima della 'giustizia' cubana?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy