Domenica , 03 Marzo 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni [08-20]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
In libreria/ Marisa Cecchetti. “Allegoria” di Sandra Evangelisti
02 Luglio 2020
 

Non lascia indifferenti Allegoria di Sandra Evangelisti perché stupisce per forza e convinzione. Per la Evangelisti la Poesia è vita, amica carissima che non tradisce, compagna della solitudine con cui trascorrere “attimi meravigliosi”. Questo può apparire come un luogo comune frequentato in genere da chi si dedica a scrivere versi. Ma non lo è: i suoi libri di poesia sono come creature, figli, e prova una sofferenza lancinante al pensiero che qualcuno che non li apprezza possa un giorno chiuderli in cantina negli scatoloni: “Ma il di più, per mia madre sono/ i libri. Specialmente quelli pubblicati da me./ dice di metterli tutti/ in cantina: si spera non arrivino i topi”. Quel pensiero contiene la radice del suo male e intanto si rivelano inutili i tentativi di “mettere a nudo un’anima” perché si sente “sempre respinta”.

Definisce la sua poesia “di pancia”, si schiera contro i critici che si appellano alle regole, si scaglia contro chi razionalizza, lei vuole pensiero e parola liberi da schemi: “la parola viene e va dispettosa”, invece “il critico incasella, distrugge/ costruisce e rinuncia/ o denuncia lo stato di fatto/ pensato e rifatto/ di un verso”.

Secondo lei “i letterati rincorrono con la ragione/ quello che è pura espressione del cuore” ed è convinta che “la discussione sul da farsi/ ed il fatto hanno stancato”. Ma soprattutto che “gli Italiani scrivono/ lo stesso minestrone da un secolo”, tanto che, con sicurezza e fiducia profonde sul suo sapersi diversificare, afferma: “so che cosa è canto/ quando mi fermo/ ad ascoltare”. Nella sua ricerca poetica attinge a Dante, a Montale, ripercorre il pensiero pirandelliano, fa uso di espressioni latine.

Allegoria è senza dubbio una raccolta che esprime sofferenza e lotta, con la verità scarsamente celata, infatti i riferimenti sono concreti, non semplicemente metaforici, con il dolore che invade anima e corpo, con la paura di gestirlo, quel corpo: “Stanno studiando la cura/ che possa farmi vivere/ ancora un po’/ nonostante la depressione/ che incombe e cresce”.

Poi, come in un momento magico e quasi epico della lotta, al corpo dedica un’ode e ne celebra tutte le parti nella loro bellezza: è una via per ritornare a sé, a percepirsi intera, ad apprezzare la propria fisicità e uscire vincitrice dallo scontro, con la ricchezza di una riconquistata dimensione dello spirito: “Sono corpo/ ma non vuoto/ e non solo materia/ mi anima e muove./ in me soffio di spirito/ vive e trasale”.

La percezione-consapevolezza di non sentirsi apprezzata la isola, la fa chiudere, e si percepisce un risentimento diffuso proprio per il bisogno vitale di essere accolta: dunque è necessario che la sua Poesia sia di tutti, che raggiunga la “desoggettivazione” che la metta in contatto con il resto dell’umanità: “e arriva per dono sulle dita delle mani/ di un poeta in un momento di unione/ con tutto l’umano/ solo così potrà essere di tutti”.

Il recupero della romanità, delle figure di Cesare, di Germanico, del mito, non rappresenta una fuga, ma una via per parlare indirettamente di oggi, di tempi decaduti, alla ricerca di chi possa sollevare la nostra società dal declino e dallo sprofondo: “Tu, Germanico, vuoi sostenere l’avvento di un’era/ e fondarla sulle rovine decadenti dell’Urbe./ Ma se la Fenice risorge dalle sue ceneri non è lo stesso/ per le città e i buoni governi”.

Nel sonno e nel sogno può incontrare Cesare e rivivere i fasti di Roma: “Ho dormito e nel sonno l’ho rivisto nei tempi/ splendenti, quando Roma era ancora propizia/ ai suoi fasti e la piazza acclamava/ al passaggio del cocchio adornato d’alloro”. Un ritorno al passato in cui trovare un po’ di speranza.

 

Marisa Cecchetti

 

 

Sandra Evangelisti, Allegoria

Biblioteca dei Leoni, 2020, pp. 96, € 10,00


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 72.4%
NO
 27.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy