Venerdì , 14 Giugno 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Ordine di farfalla
 
successivo  
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin. Memoria
28 Aprile 2024
 

Memoria” è la prima parola italiana da me iniziata a studiare in zumero 33 anni fa.

ME-EN, “Io sono”, va scritto (…) –me – en vel –me-e, per significare che prima c’è altro, ovvero la divinità che crea col ME la parola MU, nel me-lam-mu (atto creativo). Questa è la massima sintesi adeguata alla comprensione da parte di una persona aliena alla lingua zumera.

Essere, dunque, va scritto –me – en col significato di “Io sono”. ‘Io’ isolato coniuga in e-ga vel i-ga. e = casa; dunque: “mia casa”.

ME ha il significato di “essere” persino per i sumerologi (come presentano se stessi i zumerologhi) che però precisano: ME è un essere ipotetico, perché gli dèi e Dio non esistono. Il ME è dunque un’ipotesi obbligata per ogni traduttore. Infatti, senza il verbo essere non si può tradurre una lingua che negli dèi vedeva tutto e negli umani vedeva statuette in creta modellate dalle prime sette divinità dotate del ME, il potere di creare anche l’asino = a- sin-u. SIN, la dea luna, unisce Terra (A) col Cielo (U) ed è ‘via’ u-i-a. LU-NA-ME = Luna col ME crea. Dea Luna, vel EN ZU, “signora saggezza” (da cui: Zumerologhi).

Meato è “il passaggio”, oggi “meato uditivo” nell’orecchio, in latino meatum, “corso, via, passaggio, cammino”, in indicativo nominale meatus. In zumero: me-a, purificato, dal ‘lavoro’ tum; me-a-tum, “creato dal lavoro (del ME) improvviso e purificato”.

Licinio Glori, in La Pace di Cesare, Milano 1956, ha scritto a pag. 28:

Fu rito della scrittura sumerica incidere Enzu e leggere all’inverso Zuen (semplificato Sin = Luna); diventò uso cananeo scrivere Baal diversamente dai correligionari europei di Al’ba. L’ascesa di Babele, verso il 2000 a. C., al predominio mesopotamico sovrappose Bel sia ad Al’ba che a Ba’al.

L’archetipo antico DA DUE UNO consente all’archetipo moderno DA UNO DUE di unire MEMU, visto sopra, col ‘generato –engendered–ri-a “ottenere –to beget”.

Memoria” esce da questa connessione archetipica.

Grazie GIR (lo Spirito Santo in zumero, vel PESH).

 

Carlo Forin


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 69.0%
NO
 31.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy