Mercoledì , 30 Novembre 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Sport e Montagna > L'universo a spicchi
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Alberto Figliolia. L’implacabile “iradiddio” Bob Morse
04 Settembre 2022
 

Nasce il 4 gennaio 1951 a Philadelphia, la città dell’amore fraterno, negli States, Robert Bob Morse. Biondo. Serio. Implacabile. Il più grande tiratore che abbia mai calcato i parquet della serie A di basket. Con buona pace del pur immenso Oscar, il brasileiro-casertano dalla mano torrida. Il fatto è che Bob tirava senza mai monopolizzare il gioco, e con percentuali stratosferiche. Nell’era del basket che non contemplava ancora il tiro da 3 lui la metteva dentro da distanze comunque siderali. E senza forzature: mai sotto il 50% di realizzazione, neppure quando negli ultimi anni nostrani, a Reggio Emilia, poté infine confrontarsi con il tiro da oltre l’arco. Un’iradiddio. Ma gentile. Uno dei rarissimi atleti che poteva e sapeva coniugare garbo con forza, educazione con spietatezza agonistica. Un giocatore completo in quanto capace di andare in doppia cifra, o di avvicinarvisi, anche nei rimbalzi. Usciva dai blocchi ed era una sentenza. Lento? Balle! Semmai uno scienziato nella gestione dei tempi e del rilascio della sfera a spicchi. Intelligente sino al punto di acquisire una tale padronanza della nostra lingua da poter insegnarla, nella sua vita post cestistica, in un college USA.

Mai nella NBA, ma poco importa. Neanche là avevano tiratori di tal fatta. All’inizio della sua avventura i tifosi della valanga gialloblù varesina (allora dominante nei confini patri e continentali) non ne erano troppo convinti. Anche perché avrebbe dovuto sostituire in campionato l’azteco volante, vale a dire Manuel Raga, incontrastato idolo delle folle. Fino a che nel secondo tempo di un’amichevole non piazzò un incredibile (ma non per lui) 10/10. Alla fine della stagione 1972-73 l’Ignis Varese, con Morse in campo, avrebbe collocato in bacheca l’ennesimo scudetto + Coppa Italia + Coppa dei Campioni + Intercontinentale. Inimitabile. Magister! Nella nostra memoria, nei nostri cuori, per sempre.

 

Alberto Figliolia


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 66.2%
NO
 33.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy