Sabato , 18 Settembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Sport e Montagna > Notizie e commenti
 
successivo  
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Sergio Caivano. L’Italia del calcio campione d’Europa
16 Luglio 2021
 

La coppa calcistica europea sembrava predestinato ad un trionfo inglese: la scelta dello stadio londinese di Wembley per le semifinali e la finale, l’ampliamento del numero degli spettatori a 75.000 in un momento di crescita del contagio dovuto alla variante delta, la concessione di un rigore perlomeno generoso all’Inghilterra nella semifinale, infine la stessa pioggia che ha accompagnato la partita ed alla quale i giocatori albionici sono più abituati. Invece, con una piacevole sorpresa, i calciatori azzurri hanno dimostrato, dopo un inizio incerto, di saper giocare meglio al football, di essere una vera squadra forgiata da un tecnico valido come Roberto Mancini, ammutolendo i cori dei tifosi inglesi. Cori che, con scarso fair play, hanno accompagnato l’inno di Mameli, il fraseggio della nostra squadra, ed esplosi alla fine, nel corso della cerimonia di consegna dei premi, nel gesto antisportivo di togliersi la medaglia-premio spettante alla squadra giunta seconda in questo torneo. Tutti fatti che evidenziano, purtroppo, il decadimento non solo dei tifosi londinesi, ma anche di una nazione che è stata a lungo presa ad esempio da tanti, certo anche da noi italiani.

L’Italia calcistica è certamente stata la migliore, in questa occasione. Ha battuto tutte le squadre più forti: il Belgio, la Spagna, l’Inghilterra. Anche se queste due ultime dopo i tempi supplementari ed ai calci di rigore. Non avendo fenomeni in campo (ad eccezione del portiere) anche se alcune individualità sono veramente notevoli ha giocato tutto sulla squadra, sul rapporto tra i calciatori. Hanno vinto, alla fine, venticinque atleti scesi in campo, non solo undici. E hanno vinto per la loro compattezza, per lo spirito di sacrificio di tutti. È solo una partita di calcio, si dirà: è vero, ma cominciamo ad accontentarci di questo, al momento: i nostri calciatori ed il tecnico Mancini sono riusciti ad umiliare la superba Albione. Il che non è poco.

 

Sergio Caivano


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy