Venerdì , 21 Novembre 2014
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Il nulla quotidiano
10 Marzo 2006
 

Zoé Vadés

Il nulla quotidiano

Traduzione dallo spagnolo di Barbara Bertoni

Giunti, 1998, pagg. 140, € 8,50*

 

Zoé Valdés è una delle voci più originali ed espressive della narrativa caraibica e incarna tutta la paura di un regime totalitario nei confronti di chi usa la narrativa per esprimere liberamente il proprio pensiero. Zoé Valdés pubblica i suoi primi libri in Francia, dove lavora nella delegazione cubana dell’Unesco e nell’Ufficio culturale dell’Ambasciata cubana. Il governo non li gradisce perché troppo sarcastici nei confronti del regime castrista e la scrittrice viene costretta ad abbandonare Cuba per trasferirsi definitivamente a Parigi. Zoé Valdés oggi è cittadina francese e lavora per la costruzione della Terza Repubblica Cubana insieme al poeta William Navarrete e ad altri esuli cubani.

In Italia non sono reperibili molti libri di questa raffinata autrice allieva di Lezama Lima che viene tradotta con successo in tutto il mondo. Café nostalgia (Frassinelli) è purtroppo esaurito ed è forse il suo testo più lirico e spietato. Noi abbiamo letto Il nulla quotidiano, edito da Giunti, un romanzo di vita, malinconico e ironico al tempo stesso, che racconta la tristezza del cubano costretto all’esilio. «Vengo da un’isola che voleva costruire il paradiso e invece ha realizzato l’inferno», fa dire l’autrice al suo personaggio femminile, tra le pagine dolorose di un romanzo che critica aspramente la deriva rivoluzionaria. Zoé Valdés ha un rapporto ambiguo con la sua isola che ha costretto i suoi figli ad emigrare, ma che resta il solo luogo dell’anima dove si desidera ritornare.

Il nulla quotidiano è il romanzo di una generazione tradita che non può riflettersi nei principi d’una rivoluzione che gronda solo retorica. La protagonista si chiama Patria ed è figlia di un padre comunista e di una madre che quando è nata l’ha avvolta nella bandiera cubana che ha avuto dalle mani di Che Guevara. Il romanzo descrive un quotidiano fatto di sogni che svaniscono nel niente, di amori con traditori e nichilisti, di letteratura e amiche come la gusana (vengono chiamati così i cubani che fuggono) che dall’estero rimpiange il modi di vivere cubano, ma non certo un assurdo regime da cui è fuggita.

Il nulla quotidiano è il romanzo di formazione di una scrittrice che decide di raccontare ciò che non va nel suo paese e di fare i conti con la sua storia. Un romanzo che a Zoé Valdés è costato l’esilio, perché i dittatori temono la forza della vera letteratura più delle rivolte di piazza. Le parole non si possono fucilare davanti a un plotone di esecuzione e nessuno le può rinchiudere tra le fredde mura di una prigione.


Gordiano Lupi

* Sul sito dell'Editore ottenbile con lo sconto del 10%.

Articoli correlati

  “Somos Liberación”. Nasce la rivista del Movimento Cristiano di Liberazione
  È in edicola con Jorge Olivera Castillo il nuovo GAZETIN
  Cuba come non ve la racconta nessuno
  Marcello Bussi. Franqui: La storia è una puttana
  Roberto Ferranti. Para ellos para todos
  Yoani Sánchez. La luce in fondo al tunnel
  Delfini o successori 'democratici', ancora Zoe, vocazione e progetto di stampa libera...
  Libri e autori assenti alla Fiera del Libro dell'Avana
  A. Torreguitart. Fidel che non parla mi fa preoccupare…
  Eduardo Del Llano. Unplugged
  Julio García su Zoé Valdés e libertà di movimento. El Lapón Libre sulla forza di Yoani e i suoi progetti per il futuro
  William Navarrete, un poeta cubano a Parigi
  Oggi voglio dare voce all'imbecillità...
  La stampa di Miami parla di “Versi tra le sbarre”
  L'ostilità “incomprensibile” di Lupi “contro” Cuba e Fidel Castro
  La verità su Cuba
  Arrivano i dissidenti cubani
  Aldabonazo en Trocadero 162
  “Focus Cuba”. Al Carnevale di Castrovillari con William Navarrete e Gordiano Lupi
  Entrevista a William Navarrete, a propósito de la publicación en Italia de "Versi tra le sbarre"
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
Ucraina nell'Unione europea?

 74.6%
No
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276