Domenica , 14 Aprile 2024
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Fernando Bassoli, Come campa un uomo senza soldi?
Come campa... copertina
Come campa... copertina 
05 Ottobre 2005
 

 

Fernando Bassoli

Come campa un uomo senza soldi?

Giulio Perrone Editore, pagg. 110, € 10,00

 

Fernando Bassoli è uno scrittore che ama utilizzare il dialetto della sua terra, quel romanesco che Pier Paolo Pasolini ha portato al rango di lingua letteraria con Ragazzi di vita e Una vita violenta e che ha utilizzato per una lunga serie di pellicole d’autore. Leggere un romanzo di Bassoli fa rivivere le atmosfere fatte di polvere e sudore di Accattone o di Mamma Roma e non è difficile immaginare Sergio Citti nei panni di Spartacone e Ninetto Davoli nelle vesti di Sventrapapere. Certo, si può obiettare che Bassoli va meno in profondità di Pasolini, che è più leggero, meno letterario e più divertente, che usa l’arma dell’ironia e della risata greve invece del sarcasmo e della storia drammatica. Nessuno osa dire il contrario, ma fa piacere lo stesso imbattersi in un narratore come Bassoli che si abbandona alla narrazione verista dei bassifondi romani. Il suo stile è perfetto nella ricerca dei termini vivi di una lingua che cambia giorno dopo giorno e che non è più quella del Belli, pure se Bassoli rende un sentito omaggio pure ai suoi sonetti. Vi raccomando la lettura della poesia Er microbo che viene fatta declamare a uno dei personaggi della commedia umana messa in scena dall’autore. Il dialogo è sempre vivo e credibile, ben strutturato in una serie di rimandi e citazioni, durante i quali l’autore ironizza pure su se steso e sui suoi precedenti libri.

Uno di questi libri scritti da Bassoli ho avuto la fortuna di pubblicarlo come editore e ve lo raccomando, s’intitola Il vero volto delle donne (edizioni Il Foglio – € 7,50 – www.ilfoglioletterario.itilfoglio@infol.it). I temi che l’autore affronta sono sempre gli stessi e l’uso del dialetto serve a fustigare la politica e i costumi di un’Italia che cambia. Ridendo castigat mores, diceva qualcuno. E nel caso di Bassoli è proprio vero.

 

Gordiano Lupi


 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 72.9%
NO
 27.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy