Venerdì , 16 Novembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Ordine di farfalla
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin. Archeologia del linguaggio 2018: kabbalah
Gershom Scholem (Berlino, 1897  - Gerusalemme, 1982)
Gershom Scholem (Berlino, 1897 - Gerusalemme, 1982) 
24 Febbraio 2018
 

Oso affrontare un’impresa formidabile, dopo 27 anni di ricerca linguistica: ricostruire la kabbalah zumera rapportata alle parole italiane in uso oggi.

Chi fosse avvezzo alla concezione cabbalistica ebraica narrata da Gershom Scholem in Il Nome di Dio e la teoria cabbalistica del linguaggio, Milano, Adelphi 1970, sa che nel medioevo gli ambienti ebraici studiarono il nome di Dio come vertice di una piramide che ricostruiva numeri e parole comuni rapportandole al nome di Dio.

Non ho trovato ancora chi abbia notato che l’uso ebraico fu fondato sull’uso zumero rimeditato.

Con una differenza non da poco: i zumeri si riferirono ai primi sette dei col potere creativo del me.lam.mu, ovvero con la parola che, pronunciata dalla divinità, crea cose. piante. animali. persone.

Intanto, smettiamo di propalare sciocchezze, come quella del numero sette nato con la Bibbia. Ovvero: bibbi.a è espressione sumera comprovata da bibbi, il demone di Terra e del peso della parola, privo del finale –a, ‘seme’. Dunque, la conclusione è: se anche bibbia è parola linguisticamente zumera, l’insieme da osservare è prezioso.

Ho finito il 2017 raccontando ‘insieme’ in zumero.

Non credo che sarò capace di individuare esattamente le sette piramidi linguistiche zumere, anche perché non sono neppure riuscito a definire con precisione le sette divinità dotate del potere del melammu, ripetutamente cambiate nelle diverse lingue.

Tuttavia, spero di tracciare molti fili etimologici.

L’intagliatore di pietra kab-sar:

(lu2 –grown man-)kab-sar

stone carver [intagliatore di pietra] (‘cross-piece’ + ‘to inscribe’).1

mi invita a provare. Vi darò conto di quanto scoprirò man mano.

 

Carlo Forin


1 John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Logogram Publishing, Los Angeles, 2006: 134.


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.3%
NO
 26.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy