Giovedì , 23 Ottobre 2014
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Lo scaffale di Tellus
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Fabio Barcellandi. Parole Alate
14 Novembre 2007
 

Fabio Barcellandi

Parole alate

Cicorivolta Edizioni, pagg. 80, € 8,50



Claudio buongiorno, ti spedisco come mi hai richiesto,... un file con la copertina del mio libro e un file con il comunicato stampa della presentazione che si terrà stasera a Brescia, condita con due excerpt dalle mie poesie e da una rassegna stampa (dicono di me) con commenti critici e non alla mia poesia. Spero vada bene per il tuo fenomenale! TELLUSfolio che offre ospitalità anche ai poeti giovani.

Grazie per il suo prezioso aiuto (passo ad un lei reverenziale dopo il “tu” troppo immediato) dato al libro e sempre buona disponibilità da parte mia.

Un caro saluto


Fabio Barcellandi

 

 

POESIE DI FABIO BARCELLANDI

   

excerpt:

 

io mondo
...

alla velocità del pensiero

graffio nuvole d'inconsistenza

e pioggia acida

sciolgo questa mia nodula carne

 

*

 

affacciarmi alla finestra
è già un esser fuori
da me stesso
è la manifesta decisione presa
il primo passo
verso me
come scavare
in ciò che mi sovrasta
dentro

 

**

 

Dicono di me:

 

Mi ha emozionato non poco vedere un lavoro simile, ispirato, verso/per/verso ad una mia canzone!

Davvero grazie di cuore e complimenti a te...’

Meg, Maria Di Donna

 

La tematica delle “parole” si presenta come lo specchio di una realtà interiore, non come semplice strumento retorico sul modello della variazione. Ogni composizione nasce da uno stato che trova nell’espressione un’immagine di senso che come un quarzo riflette una condizione di vita.’

Giuliano Ladolfi

Direttore di Atelier, gli artigiani della parola trimestrale di poesia critica letteratura

 

Ho apprezzato lo stile indagativo di un'interiorità soggettiva certamente non inerte e non indifferente; personalmente mi permetto di incoraggiare questa sua capacità di piegare la parola alla ricerca del senso affettivo e umano che caratterizza la nostra esistenza con l'auspicio che il suo "poetare" continui ad essere un ottimo compagno di vita.’

Amelia Pisante

Presidente dell’Associazione Culturale La Piramide, Brescia

 

Ho letto con curiosità questa raccolta di poesie dopo aver saputo che trovava la sua ispirazione dalla canzone di Meg. L'idea è sicuramente originale e brillante, il risultato piacevole. Ne consiglio la lettura agli amanti della poesia sperimentale.’

Alessia

Lettrice, recensione dal sito Q libri

 

Campo difficile quello della poesia, bistrattato e dallo scarso seguito, ma pur sempre vitale.
Soprattutto al cospetto di un ottimo lavoro come quello di Fabio Barcellandi, che si addentra con acume, disincanto e un tono generale aspro e cinico nei perfidi meandri dell`amore ma non solo.
Brevi schizzi, spesso acidi e pungenti, a volte malinconici, ma anche intrisi di una sottile (auto) ironia che rendono il tutto immediatamente fruibile e accattivante.’

Antonio Bacciocchi, Radio Coop

 

Il pretesto è semplice: prendere le frasi di “Parole alate”, brano di Meg, e costruirne poesie. Se si scorge infatti l’indice del libro si può leggere per intero il testo della canzone. Ogni frase diventa quindi il titolo di una poesia.

Poesie che hanno il sapore dei buoni sentimenti, dell’amore, che convive però con le paure, con le angosce e le sensazioni della morte.

Parole fragili” («Ho gli occhi gonfi/ per il volume di lacrime/ che dietro le mie pupille/ si sta ammassando») che si sovrappongono a “Parole dolci” («Cuore di pietra/ così mi chiami/ ma non è pietra quella che senti»). Un turbinio di emozioni e sensazioni evocative, che passa attraverso “Parole che un cuore possono spezzare II” («Ho talmente tanto freddo dentro/ a volte/ che mi sembra di esserne avvolto»).

Ma alla fine, con le loro ali, queste parole portano al cambiamento: «Parole che possono cambiare quello che sembrerebbe immutabile».

«Sono ignifugo/ perché io sono il fuoco… Sono impermeabile/ perché io sono l’acqua… Sono immortale/ perché io sono la morte».

Esperimento riuscito in pieno. Poesia e canzone che si fondono insieme. Perché la poesia è canto e il canto è poesia.’

Ilario Pisanu

Vicedirettore di Gufetto

 

 

Brescia, 10 novembre 2007

 

 

Mercoledì 14 novembre 2007 alle ore 20:30 all’Auditorium “San Barnaba” avrà luogo, ideata e organizzata dall’Associazione Arnaldo da Brescia, la 2ª edizione diARNALDOLEGGEPOESIE. INCONTRI DI/VERSI”, una serata in cui la poesia si incontrerà con la musica e la danza.

Una manifestazione organizzata con il patrocinio del Comune di Brescia, della IX Circoscrizione e dell’AICS di Brescia.

Interverranno quattro poeti bresciani che, intervistati da Piera Maculotti, presenteranno la loro ultima pubblicazione:

Iris Mario Perin, autore di poesie in dialetto bresciano raccontate con l’inseparabile fisarmonica;

Augusto Funari, alla sua opera prima, Le Colonne d’Ercole, pubblicata dalle Edizioni Arnaldo da Brescia;

Fabio Barcellandi, che «nasce poeta nel 1968» e in Parole Alate presenta poesie ispirate dall’omonima canzone di Meg;

Gippo Comini, con la sua raccolta di emozioni Dalle parti delle mie emozioni.

 

Sergio Isonni guiderà con la sua voce alla scoperta delle emozioni e suggestioni di ogni poesia.

La parte musicale è affidata a due gruppi di giovanissimi: il Gruppo Musicale di Fiorenza Urbinati e il Gruppo Rock Rebel Fire, mentre le coreografie sono dei maestri Pierangelo Rizzi e Nadia Cigolini della Scuola di Ballo Le Rondinelle di Ghedi, che presenteranno esibizioni di tango, danza moderna e boogie woogie.

 

La serata, a ingresso libero, è presentata da Roberta Morelli

 

 

Associazione Arnado da Brescia

Via 25 Aprile, 18 - 25121 Brescia

Tel./Fax 030 47660 - Cell. 335 5422799

www.arnaldodabrescia.com


Articoli correlati

  Spot/ Circolo Poetico Correnti. Programma Eventi. Crema, 18–20 Settembre 2009
  Salvo Zappulla: “Quinto Colore". Antologia de "La Scrittura Creativa di Opposto ". Incontro con Virginia Foderaro
  Fabio Barcellandi presenta "Nero, l'inchiostro" a Chiari (BS)
  Beppe Costa per gli amici poeti: Chiara Daino, Mariaelisa Giocondo, Fabio Barcellandi
  Festival Teranova. I premiati 2009 >>> Fabio Barcellandi
  “Nero, l’inchiostro” nuovo libro di Fabio Barcellandi. Antologia minima.
  Fabio Barcellandi: Filastrocca della neve - Decadenza. Poeti sotto la neve 12
  "Nero, l'inchiostro" di Fabio Barcellandi. Recensione di Laura Bagarella
  Spot/ “Volevo che voi lo sapeste” venerdì 15 maggio a Mantova
  Fabio Barcellandi. Il male (istruzioni per l’uso), una favola d’amore fuori dal coro
  Salomè "RITROVATO", Un libro di Dario Bellezza del '91.
  Fabio Barcellandi. Radio Imago e il sottoscritto poeta da ascoltare il 6 febbraio
  Chiara Daino - Fabio Barcellandi: Bellezza Mortale. Milano
  Spot/ Teranova Tour Poetry 09. Festival internazionale franco-italiano
  Opposto: Scrittura creativa e aforismi.
  L'aprile e il marzo de "La Cattedrale" e "Dana Drunk": Versi sommersi
  Corrado Guzzon: Un deca sul bancone. Presentazione a Ferrara
 
Opere correlate

 
Immagini correlate

 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
Ucraina nell'Unione europea?

 74.1%
No
 25.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276