Giovedì , 18 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
Enrico Peyretti. Sul discorso di Obama a Oslo
 
Commenti presenti : 2 In questa pagina : da 1 a 2
   11-12-2009
Caro Lorenzo,
sul punto 2 forse (spero) tu sei troppo duro con Obama, come io sono stato troppo indulgente (sì, "alta" è eccessivo).
Sul punto 1, con l'opposizione a Hitler tempestiva, dall'inizio, continuativa, politica e nonviolenta, intendevo anche riferirmi - volendo tenermi nella massima brevità - alla resistenza nonviolenta tedesca, che ci fu, che è troppo poco conosciuta, anche se fu sopraffatta dal consenso e dalla paura di tanti.
Incassiamo le sconfitte, e avanti. "Disperati, noi speriamo" (e lavoriamo, anche per la povera Italia minacciata!).
Grazie! Ciao,
Enrico Peyretti   
 
   11-12-2009
SUL DISCORSO DI OBAMA A OSLO

Grazie Enrico della bella riflessione.
Due cose.
1. Vorrei sapere come mai non hai considerato la nonviolenza contro Hitler, che secondo me poteva benissimo funzionare, magari in tempi lunghi (non sto a citare cosa ha consigliato Gandhi agli inglesi ecc., ne saprai certo più di me). Cioè: il rimedio con Hitler secondo me poteva venire anche dopo a livello di noncollaborazione e sabotaggio (per non parlare del tirannicidio, altra ipotesi da considerare).
2. Condivido quel che hai scritto, che come sempre aggiunge qualcosa a quel che so in termini di nozioni e ragionamento. Su una cosa non concordo: la sfida di Obama non è "alta" per me, e non si distingue dal comune "volgare guerrafondismo". Continuo a credere che tu e altri giudichiate ciò che Obama fa e dice con un occhio di riguardo (pregiudizio, se vuoi), come a dire che se le stesse cose le dicesse o facesse un altro sareste più duri nei giudizi.
Secondo me, Obama ha dimostrato di essere un guerrafondaio come tutti quelli che disapproviamo se non disprezziamo, e il paragone che ha fatto tra la risposta armata a Hitler che invade l'Europa e la guerra all'Afghanistan per un unico attentato posto in essere da terroristi (che non sono i talebani e che si sa chi ha in passato finanziato ecc.), è davvero volgare e rivoltante.
Lorenzo Galbiati   
 
| 1 |
Lascia un commento
STRUMENTI
Versione stampabile
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
I NOSTRI ARTICOLI
  I più letti
  I più commentati
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.6%
NO
 35.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy