Obl˛ cubano
Gaviotazalas. Una semplice partita a scacchi 
Di certo non si tratta di un esempio di libertÓ di espressione o la dimostrazione dell'esistenza di una societÓ aperta e democratica
Ricardo Alarcˇn durante l
Ricardo Alarcˇn durante l'incontro con gli studenti 
12 Febbraio 2008
 

Da un commento alla notizia degli studenti cubani che mettono pubblicamente in difficoltà il Presidente dell'Assemblea Nazionale ricaviamo, sistemando il testo affinché sia meglio comprensibile in italiano, queste considerazioni di Gaviotazalas (un/a cubana/o che comprensibilmente preferisce non rilevare la propria identità, ma che i lettori di Tellusfolio già conoscono per i numerosi interventi, appunto nei Commenti) che ci sembrano di particolare interesse.

 

A mio avviso, le risposte tanto prive de senso ed evasive da parte de Alarcón, mettono soltanto in evidenza che questa 'vecchia' generazione di governanti, non ha la preparazione né l'intelligenza per affrontare i cambiamenti sociali, che sarebbero normali per qualunque società, ma che sono impossibili per noi.

In Cuba quando possiamo parlare, in congressi o eventi importanti, succede esclusivamente perché qualcuno ce lo permette: niente succede per caso. Per questo penso ci sia una strategia anche dietro questa vicenda. A quale fine e chi ci sia dietro, non vi so dire... ma posso provare a immaginare: questa come altre manipolazioni del governo (Raul Castro) di giovani e del popolo tutto, opinione pubblica internazionale inclusa, ha l'intento di dimostrare che da noi c'è una società aperta e democratica.

Esattamente questo. Così come penso che di questo giovane faranno un loro “eroe”. In fondo ha fatto delle domande semplici, tutto sommato sono cose di cui si parla giorno dopo giorno tra i cubani. (Non a caso hanno scelto un figlio di contadini, nato in una delle zone più a rischio per la stabilità del governo; queste ragazzo confessa di “adorare” Guevara, è un giovane comunista, quindi e a favore del sistema). Ecco, hanno trovato un eroe! (in proposito si veda anche il commento di Carlos Carallero alla nota d'agenzia, ndr).

Ma perché, se è qualcosa di premeditato, il governante ha fatto una figura cosi stupida??? Poteva prepararsi prima le sue risposte, no? Rispetto a questo dubbio penso possano esserci due risposte: il proposito può essere quello di dimostrare che questo personaggio è obsoleto nel suo ruolo, che è molto importante; che ci siano cioè delle rotture dentro il governo e che qualcuno sita preparando le sue mosse, per il “dopo Fidel”... O, più semplicemente, poiché bisogna “cambiare”, bisogna che si faccia vedere qualche cambiamento e potrebbe essere toccato ad Alarcón...

In ogni caso, stiamo assistendo a una partita a scacchi! Nient'altro...

Poche mosse, ben giocate, per fare credere che qualcosa cambi...

Ma io penso che soltanto quando metteranno in libertà tutti i prigionieri politici potremo cominciare a credere...

 

gaviotazalas


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276