Diario di bordo
Andrea Panerini. 20 settembre. Oggi festa!
20 Settembre 2007
 

Oggi, “20 settembre”, ricorre il 137° anniversario (1870-2007) della breccia di Porta Pia, evento che completa la prima fase di “unificazione nazionale” e la “fine del potere temporale” della chiesa cattolica, vergogna civile e religiosa dell'Europa intera. Questa fondamentale ricorrenza della nostra vita nazionale sta per essere celebrata nella più assoluta indifferenza delle istituzioni della Repubblica, dei partiti politici (be’, con qualche eccezione… Panerini, ndr) e della maggioranza dei cittadini. Credo che questo atteggiamento, che si deve ricercare nella volontà di non dispiacere al Vaticano e all'alienazione della maggioranza degli italiani verso la storia del loro paese, possa minare alle fondamenta le ragioni stesse del nostro essere italiani e del contratto sociale che è alla base della nostra Repubblica, oltre ad essere un intollerabile strumento di rivincita (nel silenzio, quindi in perfetto stile pretesco) per i clericali. È una grave offesa per tutti gli uomini e le donne che sono morti, sono stati imprigionati e hanno lottato per un'Italia libera, unita e democratica nel primo e nel secondo Risorgimento (nell'Ottocento e nella Resistenza).

Roma è, prima di ogni altra cosa, la capitale della Repubblica italiana e non la “città sacra” di una delle tante confessioni cristiane che esistono nel mondo. Tutto il mondo è sacro agli occhi di Dio e nessuno può imporre ai non credenti di tollerare una limitazione delle loro libertà di cittadini in funzione di una presunta autorità di carattere ecclesiastico. Questo tradisce sia lo spirito dell'Evangelo che la Costituzione della Repubblica, basamento del nostro vivere civile.

Il 20 settembre è la festa di tutti gli italiani, se ancora esistono.

Per questo lancio una iniziativa molto semplice per coloro il cui cuore batte per le sorti della nostra Repubblica: oggi 20 settembre indossate un indumento o una serie di indumenti tricolori, una spilla tricolore, esponete fuori dalle proprie finestre, dai propri negozi e sulle proprie auto o moto o bici il vessillo nazionale, i tre colori che sono parte integrante della nostra identità.

Forse sarà tacciata come una proposta di destra, ma nulla è più lontano dal fascismo e dal nazionalismo sterile della nostra bandiera, che fu impugnata dai patrioti risorgimentali e dai partigiani per liberare il nostro paese. E uno degli errori storici della sinistra (almeno di quella di origine marxista con i loro figli e nipoti attuali) nel nostro paese è stato quello di rinnegare la bandiera nazionale a favore di chi non era degno neanche di guardarla. Di questi tempi, con il bianco e giallo pontificio che imperversa per l'Europa al seguito di Ratzinger, possiamo respirare un'aria più libera, almeno per un giorno.

 

Andrea Panerini

 

 

Segnalo anche questo appuntamento di alto livello a Roma, a cui il nostro caro Veltroni si guarda bene dal partecipare:

 

ROMA CAPITALE DI UN'ITALIA UNITA, LIBERA E DEMOCRATICA

XX settembre 1870 - 2007: La breccia di Porta Pia.

Giovedì 20 settembre ore 17:00

Campidoglio, Sala della Protomoteca

 

Programma

 

Introduce Franca Eckert Coen

 

Relazioni

Franco Ferrarotti, sociologo e scrittore. Roma capitale: la periferia non è più periferia

Anna Foa, professore di Storia Moderna – Università Sapienza, Roma. Gli ebrei romani all'uscita dal Ghetto

Anna Maria Isastia, professore di Storia Contemporanea –Università Sapienza, Roma. 20 settembre festa nazionale dell'Italia laica

Lucio Villari, professore di Storia Contemporanea - Università di Roma Tre. Roma dalla Grande Idea alla Grande Speranza

Interventi di rappresentanti della “Consulta del Libero Pensiero e della Laicità delle Istituzioni” e della “Consulta delle Religioni” della Città di Roma e dibattito.

Concerto della Banda Nazionale Comunale di Poggio Mirteto diretta dal maestro Claudio Gamberoni.

 

Info:

Comune di Roma – Politiche della Multietnicità e dell'Intercultura

00186 Roma – Piazza Navona, 68. Tel. 06 68307278 – 06 68307665. Fax 06 68307616 – multietnicita@comune.roma.it


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276