Prodotti e confezioni
Poesia d'autore/ Arsenij Tarkovskij. La fine della navigazione
24 Agosto 2019
 





Sbollono nelle rade i battelli,

come inchiostro si coagula l’acqua,

si fa notte su un lucore di piombo,

e se abbiamo causato sofferenza alla terra

è lieve questo male e in via di guarigione.

Quante le stelle che brillano sulla vastità di neve

e profondo è il silenzio che avvolge la terra,

tutto è in una morsa di gelo,

a stento s’affaccia un’ultima sirena.

 

 

Trad. Amedeo Anelli


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276