Prodotti e confezioni
Poesia d’autore/ Meir Wieseltier. L’uccello dei cieli
Meir Wieseltier (Mosca, 1941)
Meir Wieseltier (Mosca, 1941) 
23 Settembre 2018
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La barchetta di carta fu gettata nella pozza e il lago si riempì di uccelli.

L’uccello si recise le inutili ali

si divelse il becco e si leccò il sangue

della ferita aperta, nuove labbra. Finalmente, disse,

sono arrivato. I sentori d’erba arsa, avanzi di rovi

terra cotta al forno, un fievole gorgoglio

di acqua a temperatura corporea. Quell’incerto chiarore nella foschia è il sole,

disse l’uccello. Mettiamoci al lavoro. Bisogna costruire una città

e una torre, che tocchi il cielo.

 

 

Trad. Ariel Rathaus


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276