Prodotti e confezioni
Vetrina/ Natale Tf maltese 
con Therese Pace e Patrick Sammut
28 Dicembre 2017
 

Terre Sorelle

 

Dall’alto

contemplo

le piccole fiaccole

che mi porta dentro casa

lo schermo;

luci di natale

illuminando strade e finestre

occhi brillanti

guardando all’insù

figli di terre sorelle

Malta e Italia

gemme di sale e di pietra

mischiando

l’Est con l’Ovest

baciate e bagnate

dello stesso mare

Mediterraneo

come fosse

un unico

imprescindibile

destino di vita.

 

Therese Pace (Malta)

 

 

 

PENSIERO DI NATALE

 

C’erano giorni

quando l’albero di Natale

sembrava altissimo

e tutta la famiglia aiutava a renderlo

magico con luci e colori di ogni tipo.

 

Si faceva il presepe con dentro

un piccolo Gesù Bambino,

la Madonna e Giuseppe il falegname,

con semplici candele attorno.

Le case odoravano di buono

e si cantava di Natale col cuore.

 

Più tardi seguirono giorni

dominati dalla superbia,

l’illusione che l’“io”

s’era fatto grande, maturo.

Si spensero le luci,

fino all’ultima, o quasi.

Sparì Gesù Bambino dal cuore

e al suo posto arrivarono

il buio e la solitudine.

L’amore trovò solo porte chiuse

e dentro rimasero solo

il freddo e il vuoto.

 

Alla fine s’è chiuso il cerchio

e gli uomini hanno scorso

la stella cadente di nuovo

e l’hanno accolta con braccia aperte

e preghiere di umiltà e redenzione.

L’adulto ha riscoperto il bambino dentro,

e riaccolse regali semplici:

l’amore, la felicità, e la pace.

 

A Natale si celebra l’Amore,

e sette giorni dopo arriva l’Anno Novello.

Accogliamolo gridando

Pace Pace Pace!

Amore Amore Amore!

 

Patrick Sammut (Malta)


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276