Prodotti e confezioni
Premi e concorsi/ “Aquiloni d’argento” di Paola Mara De Maestri in prima posizione 
Nella ‘sezione naturalistica’ al “Leandro Polverini” di Anzio
04 Dicembre 2016
 

Si è svolta domenica 27 novembre 2016 ad Anzio (Roma), nella sala conferenze dell’hotel Lido Garba, alla presenza di un foltissimo pubblico, più di cento persone, la cerimonia di premiazione del prestigioso Concorso Nazionale di poesia edita “Leandro Polverini”, che ha visto vincitrice del primo premio nella sezione naturalistica la raccolta di poesie Aquiloni d’argento di Paola Mara De Maestri. Insegnante, pubblicista, responsabile del Laboratorio Poetico di E’Valtellina, ideatrice e curatrice di numerose iniziative e concorsi letterari per adulti e bambini, la De Maestri ha ottenuto nel corso degli anni numerose segnalazioni di merito e menzioni speciali per le proprie poesie, un terzo posto al Concorso Nazionale “Città di Imola 2004” e al Concorso “Il Natale”(2008), ha vinto la Sezione Poesia al Concorso Artistico-letterario di Castrocaro Terme (2013).

Aquiloni d’argento è stata realizzata dal Circolo Culturale F/N Morbegnese nel 2010 nel ventesimo anniversario dell’associazione e nel venticinquesimo anno di poesia della De Maestri. Il libro, con la copertina realizzata appositamente da Marina Riva illustrato con cartoline d’epoca con versi d’autore (Bertacchi, Carducci, Leopardi...), reperite tra i collezionisti dell’Associazione della quale la poetessa fa parte da diversi anni e con la prefazione del professor Gianluigi Garbellini. Come autrice ha conseguito numerosi riconoscimenti in premi di poesia. Ha pubblicato le raccolte Dentro la vita con la Casa Editrice Libroitaliano nel 2001; L'amore parla piano, Bellavite Editore nel 2004; Il pane del sorriso con la casa editrice Giulio Perrone nel 2008. L’ultima sua pubblicazione risale al 2014 e s’intitola Con gli occhi del cuore, edita da Tipubblica (illustrazioni dell’artista maltese Hillary Spiteri) ed è presente in una quarantina di antologie di premi letterari.

La manifestazione, presieduta da Tito Cauchi e Gianfranco Cotronei, è – ed è stata sempre – caldeggiata e voluta dalla signora Bertilla Crosara, vedova di Leandro Polverini e amante della poesia come lo era il consorte, che, di anno in anno, ha visto aumentare i partecipanti, fino ai 110 dell’edizione del 2016. Chiamata sul palco, De Maestri ha commentato: «Sono onorata di essere qui oggi con voi a questa importante premiazione. Ringrazio di cuore la giuria per aver tanto apprezzato il mio libro Aquiloni d’argento e per il premio che mi è stato assegnato. Per me questo importante riconoscimento è motivo di grande gioia e di commozione. Io vengo dalla Valtellina, terra che a parole sembra distante perché ai confini con la Svizzera, ma in realtà qui è molto vicina in quanto so che ci sono tanti Valtellinesi che sono venuti ad abitare da queste parti, molti dei quali si ritrovano nell’Associazione Famiglia Valtellinese di Roma. In questa mia raccolta canto l’amore per la mia terra, le mie montagne, la mia famiglia, la poesia. Temi che possono essere compresi da tutti. Come recita Salvatore Quasimodo: “La poesia è la rivelazione di un sentimento che il poeta crede sia personale e interiore, che il lettore riconosce come proprio”». Tra le quaranta liriche pubblicate ha scelto di declamare la poesia “Mio padre”, dedicata all’amatissimo papà scomparso improvvisamente tre anni.

Sulla pagina personale di Facebook, tra i più di 120 messaggi ricevuti, spiccano quelli dell’Assessore alla Cultura di Morbegno, città nella quale la poetessa svolte da anni un’intensa attività di volontariato in diverse associazioni, Claudio D’Agata: «Complimenti sinceri! Impegno, passione, dedizione! Bravissima» e quello dell’Assessore alla cultura di Cosio Valtellino, comune di adozione (De Maestri è originaria di Fusine): «Nella vita nulla accade per caso. La passione, l’impegno e la dedizione permettono di ottenere grandi risultati. Complimenti per i traguardi raggiunti e per quelli che arriveranno».

 

E’Valtellina


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276