Diario di bordo
Attilio Doni. inguaribile la mia malattia, oppure incapace il medico?
23 Novembre 2010
 

Se stessi male e il medico mi dicesse: “Caro signore adesso le dico come si combatte la sua malattia”, io comincerei a preoccuparmi seriamente, giacché riterrei d'avere una malattia inguaribile. Se invece mi dicesse: “Caro signore adesso le dico come si vince la sua malattia”, mi sentirei più sollevato. Il ministro Maroni, durate la trasmissione di Fazio e Saviano, ha letto l'elenco delle iniziative per combattere la mafia. Non per vincerla. Significa che le mafie, per l'Italia, sono come un tumore che si può contrastare, ma non eliminare.

Se poi il medico mi dicesse orgogliosamente che lui da anni sta combattendo contro il mio malanno, mi chiederei: “È inguaribile la mia malattia, oppure è incapace il medico?”. E non starei allegro.

 

Attilio Doni


TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276