Giovedì , 21 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Bernardo Gabriele Ferrari. Milano-Expo 2015
10 Marzo 2015
 

Anche le pietre sanno che il primo maggio si terrà a Milano la grande esposizione EXPO.

Con un tempismo eccezionale c'è stata presso la sala della BPS di Tirano, la seconda conferenza "Sul Sicomoro" organizzata da Insieme per l'Oncologia e l'Ematologia Alta Valtellina-Onlus, dal titolo: Diritto al cibo, ambiente, sprechi alimentari: Expo 2015 ci interroga come cittadini e come consumatori.

Relatore è stato il giornalista Stefano Femminis che si occupa di comunicazione e organizzazione di eventi per la Fondazione Culturale San Fedele dei Gesuiti di Milano. È inoltre il coordinatore dei progetti della fondazione in vista dell'Expo 2015. Collabora con la rivista Aggiornamenti Sociali e con altre testate.

Questi sono stati i temi trattati:

PARADOSSO DEL CIBO, accesso ed eccesso all'alimentazione. Nel mondo ci sono 805 milioni di persone malnutrite e 2 milioni di bambini muoiono di fame ogni anno. In Italia nel 2012 più di 4 milioni di persone hanno beneficiato di aiuti alimentari.

Dai dati della FAO è emerso che la produzione di cibo nel mondo è già superiore del 20% del fabbisogno globale. Quindi tutti dovremmo essere alimentati più che sufficientemente. Ma così non è! 600 milioni di persone sono obese per una eccessiva e disordinata alimentazione (ad esempio gli americani) e 805 milioni sono malnutrite. Il famoso pollo di Trilussa, aggiungo io: in media si mangia un pollo a testa; ma qualcuno ne mangia due e altri nessuno! Il 65% della popolazione mondiale vive in paesi dove le conseguenze dell'eccesso di cibo fanno più vittime della malnutrizione.

CIBO A PERDERE, in Italia si butta il 25% del cibo acquistato (140 kg in un anno). Nel mondo lo spreco è pari al 33% della produzione globale. Ciò è dovuto a mancanza di mezzi di trasporto e di conservazione del cibo. La cronaca ci documenta che sempre più spesso ci sono poveri che frugano nei cassonetti dei rifiuti in cerca di cibo, mentre nei supermercati si buttano via montagne di pane e alimenti perchè il giorno dopo scadono. Qualche piccolo segno in controtendenza si vede in alcuni ipermercati dove nelle ultime ore vendono il pane a prezzo scontato... ma è ancora una goccia nel mare. Lo spreco è dovuto a molteplici cause ma principalmente alle speculazioni finanziarie, prezzi volatili, tempi della natura e tempi della borsa, Derivati e Futures, Land Banking (acquisto di terre a fini speculativi).

COSA POSSIAMO FARE SINGOLARMENTE? Ci vuole sobrietà e condivisione, informazione e azione, rifiuto dell'eccesso. Dal 2004 c'è una legge in Italia poco conosciuta detta "Del Buon Samaritano": sono delle normative che consentono di recuperare cibo dai ristoranti per scopi benefici. Ovviamente non quello scartato dai clienti ma quello cucinato in eccesso, che verrà dato al banco alimentare e alle mense dei poveri (Caritas ecc.).

CONCLUSIONI, solo se queste problematiche verranno messe in discussione l'EXPO 2015 può avere un senso, altrimenti rischia di rimanere una grande fiera commerciale. Rimaniamo in attesa di leggere la famosa CARTA DI MILANO che verrà redatta fra 6 mesi per sapere dove andrà il mondo, ora in parte obeso e in parte affamato.

 

Il cittadino tiranese

Bernardo Gabriele Ferrari


Articoli correlati

  Fiorello Provera. Expo 2015: «La promozione delle province lombarde attraverso la rete delle ambasciate e dei consolati di tutto il mondo»
  Gilberto Corbellini. Expo no-ogm, grave errore
  Costruiamo un comitato regionale antimafia sull'Expo con nomi indiscutibili
  'L GAZETIN d'aprile. Fragrante viatico per l'Expo di Milano e per le amministrative di Sondrio
  Marco Cappato. Ecco l'elenco delle ditte subappaltatrici del primo appalto Expo
  Expo 2015. Non mancheranno i risultati, per il territorio e per tutto il Paese
  Lorenzo Lipparini. Via d’acqua Expo ridimensionata: “sarà un Fosso irriguo”
  Con Stefano Boeri incontri per Milano su EXPO e legalità
  In vista dell’Expo 2015
  Milano. Le stelle nella risaia
  Expo 2015: c’è anche la Valtellina
  Via Lattea. A Milano, domenica 19 maggio
  Martina Simonini. EXPO, TTIP e neoliberismi
  Expo 2015: per la Valtellina una grande occasione di crescita
  Radicali Milano. Chiediamo i Navigli, ci danno un Tubo...!
  EXPO 2015. Mozione del gruppo consiliare PD e la proposta di Boeri
  Sandra Chistolini. Expo 2015 consegna al Pianeta la Carta di Milano
  Milano. Vie d’Acqua e Riaprire i Navigli: Non confondiamo il sacro con il profano
  Un tranquillo sabato di follia metro-politana (aprile 2010)
  Martina Simonini. L’«allarme-promesse» e il tempo di reazione
  Martina Simonini. Piramidi per l'Expo
  Anche in Valtellina la musica per l’Expo 2015
  Expo 2015. Opportunità importanti per il nostro territorio
  Bernardo Gabriele Ferrari. Un tuffo al cuore
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy