Lunedì , 18 Ottobre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni [08-20]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vetrina/ Cristiano Comelli. Giornalisti sul fronte di guerra 
Ad Andy Rocchelli e Andrey Mironov
28 Maggio 2014
   

Giornalisti
sul fronte di guerra

 

Non ho che una penna che trema,

sono io che le ho insegnato a tremare,

ma è lei che mi rivela,

il senso,

la lacerazione stritolante

del mio impotente tremore.

Il taccuino si addestra a essere forte,

no,

dare respiri compiuti di frasi

a una verità che ha scelto,

di indossare il vestito tagliente del sangue,

esige di portare con sé,

le tracce del Dio del coraggio;

chissà se qualcuno già per noi non scrisse,

il diario del nostro prematuro morire,

sulla nostra traballante missione di informare,

su quanto mai desidereremmo vedere.

I nostri pezzi odorano di spari

che sbucano improvvisi

dalle labbra feroci e traditrici del buio,

o da un cono di sole impazzito,

le nostre parole

sono intarsi di rischio calcolato,

che sanno di doversi sottrarre

alla tentazione di nascondersi,

per riuscire a non nascondere al mondo,

il dramma di quanto si voleva dipingere vita,

e fu invece inghiottito,

da una sbiadita tela di morte.

Anche noi non sappiamo,

né mai sapremo,

se rivedremo il sorridere rinfrancante del mattino,

regalare nuove ore,

a quel desiderio di documentare

che è vergato sul nostro destino.

Madri, padri, mogli e figli,

capire potrete, lo speriamo,

che il nostro esservi lontani,

è il senso che avvertiamo del vivere,

perchè il nostro descrivervi il dolore,

sia la vostra forza,

per non incontrarlo più domani;

potrete forse rivederci in una bara,

o forse la vita neppure consentirà,

che le nostre spoglie possiate riavere,

ma una cosa sappiate ora e per sempre;

vivemmo ascoltando il fruscio maestoso,

del nostro senso del dovere.

Non siamo protagonisti,

né mai saremo eroi,

ma solo inchiostro che custodisce i drammi,

di uomini come noi.

 

Cristiano Comelli


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy