Giovedì , 02 Dicembre 2021
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > I Care... communication
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Piero Cappelli: Lettera aperta al Papa-teologo Benedetto XVI
Benedetto XVI
Benedetto XVI 
08 Marzo 2008
 

Fratello Papa,

come cattolico le rivolgo innanzitutto il mio augurio di un pontificato all’insegna della volontà del Signore Dio e al servizio dei fratelli.

Le scrivo in maniera aperta perché le voglio sottoporre alcune idee che lei potrebbe prendere in considerazione dal suo soglio di papa-teologo.

Infatti quanto le vengo a proporre è proprio legato al suo ruolo di successore degli Apostoli, ma con una caratteristica molto significati e importante, come l’essere stato il primo teologo della Chiesa a salvaguardia della Dottrina cattolica.

 

Il suo predecessore Giovanni Paolo II ha chiesto perdono – a nome di tutta la Chiesa – per quanto nei secoli l’istituzione cattolica, attraverso i suoi esponenti, ha inferto a persone e gruppi in maniera ingiusta. Un perdono che tutto il mondo ha accolto con partecipazione e con riconoscenza, dopo molti e molti anni di silenzio.

Oggi – dopo questo atto importante – sarebbe bene che la Chiesa non dovesse più chiedere ‘perdono’ anche se gli uomini di Chiesa, come tutte le altre persone, sono potenzialmente dei peccatori. Solo Dio è perfetto.

E di fronte a questa possibilità di poter sbagliare di nuovo, non sarebbe bene avere modo – per tutti, credenti e non credenti, cattolici e non cattolici – di poter assistere ad un dialogo sulla Dottrina cattolica a partire dalle situazioni che danno molto disagio? Sto parlando di quelle problematiche incarnate da persone cattoliche che sono molto emergenti sia all’interno della Chiesa sia all’interno della società italiana, europea ed internazionale.

 

Parlo – tanto per entrare subito in argomento – delle visioni teologiche che albergano nel Corpo ecclesiale, presenti in varie parti del mondo e che chiedono di poter dire la loro parola.

Parlo degli omosessuali e delle lesbiche cattoliche, come dei divorziati e dei separati cattolici: loro domandano considerazione… parlo dei gruppi ‘dissidenti’ con la linea ufficiale della Chiesa cattolica di Roma e che troviamo presenti in molte parti del globo terrestre, impersonati da singoli e da movimenti. Parlo della figura femminile che non può diventare né diacono, né prete, né vescovo, ma al massimo suora e teologa,… parlo di… disagi e tutto quello che rimane di amaro nel cuore di chi non si è sentito compreso, ascoltato, accolto, amato… Ecco, sono questi alcuni degli argomenti per i quali è in pericolo la preparazione di un nuovo messaggio di ‘perdono ‘da rivolgere a questi e che nemmeno Giovanni Paolo II ha preso in considerazione. Abbiamo di fronte a noi un Papa-teologo come lei che incarna in questo momento storico praticamente la summa sia del Dono dello Spirito – l’elezione a Papa - sia della Dottrina ufficiale della Chiesa Cattolica, l’essere il Primo Teologo come esperienza e cammino ecclesiale ed ecclesiastico.

 

Proprio in virtù di queste due opportunità che si presentano sulla scena mondiale in campo cattolico, che le vengo a domandare di poter trattare questi argomenti direttamente con le persone che incarnano questi problemi: vedere il Papa-teologo che si confronta con un esponente di questi ‘mondi’ non sintonici con la Dottrina cattolica. Occasione che servirebbe a tutto il mondo, laico e credente, di vedere in forma ravvicinata – un bel dialogo, nel rispetto reciproco come Lei sa fare in queste occasioni –, due posizioni diverse nel Corpo di Cristo che è la sua Chiesa, Lui che ne è il Capo supremo ed unico… perché sono i malati ad avere bisogno del medico e i peccatori ad avere bisogno del Signore (…), Lui che andava in casa dei peccatori e dei pubblicani per ‘guarirli’… (…)

Ciò avrebbe un triplice beneficio: un dialogo e uno scambio diretti e non deviati o interpretati da altri; un momento di riflessione per tutti, una possibilità di conoscere ulteriormente e meglio quello che bolle in pentola nel mondo cattolico oggi come oggi ed anche di potersi riconciliare – fin da subito – con questi ‘mondi’ che chiedono attenzione e amore reciproco. Senza aspettare qualche altro secolo prima di riconoscere semmai dei peccati compiuti dalla Chiesa attraverso i suoi esponenti…

 

Santità, a Lei il Servo dei servi di Dio, le domando questo Suo importante contributo di ascolto e di dialogo.

 

Il fratello in Cristo

Piero Cappelli


Articoli correlati

  Piero Cappelli: Quando la Vita va avanti... dopo la morte del commissario Calabresi.
  Gianni Baget Bozzo - Piero Cappelli: "Sinistra postconciliare e Chiesa Corpo Mistico"
  Piero Cappelli: Sulle elezioni, sulla sinistra da ripensare
  Piero Cappelli: Vi segnalo da Alba Magica: Rivolte per la crisi. Islanda e Svizzera.
  Piero Cappelli: La coscienza dell’occidente e le chiese nel XXI secolo post-cristiano
  Piero Cappelli – Il fallimento della morale: Cicciolina + Marrazzo + Berlusconi...
  Piero Cappelli: Nel ‘Vietnam’ afghano i morti valgono più di quelli in terra italiana?
  Gianni Baget Bozzo - Piero Cappelli: Chiesa per i giusti o per i peccatori? Due lettere.
  Piero Cappelli. Dopodomani, che futuro avremo noi italiani?
  Piero Cappelli: Ciao Gianni! AdDio… caro Amico e Padre spirituale
  Piero Cappelli – Dal Che’ al Cia’: come si evolve il kult...
  Piero Cappelli: Come salvare questo mondo?
  Piero Cappelli: Sacco & Vanzetti. Uccisi due volte, ieri e oggi.
  Piero Cappelli: Dopo 45 anni dal Concilio vaticano II ormai dimenticato...
  Piero Cappelli: Piove? No... Ma è lo stesso. Governo ladro.
  Piero Cappelli: La Chiesa del futuro.
  Piero Cappelli: Ritornando dopo aver scritto un libro sulla Chiesa-casta
  Piero Cappelli: Classe dirigente nazionale e locale
  Piero Cappelli: Poveri unitevi, anzi ribellatevi! Ma come?
  Cristina Cappellini. Di sole non ce n'è mai abbastanza
  Carlo Forin: Recuperar la pausa per tornar cittadini. Primarie e PD
  Piero Cappelli: Essere genitori ed essere figli: Quando ce ne accorgiamo? Letture per gli studenti
  Piero Cappelli: Atei alla riscossa, Chiesa in difesa. Ma dove siamo?
  Piero Cappelli – “Lo scisma silenzioso” (citato da Vito Mancuso su Repubblica) e il dialogo con il mondo del dissenso critico
  Piero Cappelli: Scuola di Barbiana. Il metodo di scrittura collettiva.
  Piero Cappelli: Come intendo "I Care... communication"
  Piero Cappelli - Anteprima: “Lo scisma silenzioso” tradotto in portoghese, in Brasile
  Gianni Baget Bozzo - Piero Cappelli: "Due lettere sul Vaticano II e l’attuale papato"
  Piero Cappelli: Una cultura del turismo in Italia
  Piero Cappelli: Lo scandalo dello scandalo: le nostre armi nel mondo
  Piero Cappelli: Chiesa e linguaggio
  Piero Cappelli al Festival di Internazionale a Ferrara (1): ottimo risultato! Ma…
  Piero Cappelli: Lamentarsi non basta più. Lavoriamo per noi... per ciascuno di noi!
  Piero Cappelli: Come costruire il dopo-Veltroni, per battere il dopo-Berlusconi?
  Piero Cappelli: oltre la morte: l’eternità ci appartiene
  Piero Cappelli: La restaurazione della liturgia di Pio V. Messa in latino.
  Piero Cappelli: D’Alema e Veltroni battuti a Firenze. È l’inizio di una nuova politica?
  Piero Cappelli: Birmania, i monaci fulcro storico della liberazione.
  Piero Cappelli: La casta Ecclesiasticae, lo "scisma silenzioso" nella Chiesa
  Piero Cappelli: Persona Umana & Culture
  Piero Cappelli: È la fine di un mondo ‘capitalista’?
  Piero Cappelli: Don Milani e il cattocomunismo
  Piero Cappelli: “Cosa ne penserebbe oggi Don Milani?” Lettera aperta a Walter Veltroni
  Piero Cappelli – Internazionale a Ferrara (2). Economia e Conflitti nel mondo
  Piero Cappelli
  Don Oreste Benzi: Devozione e Rivoluzione
  Velletri. 2° Incontro Orchestrale Europeo Giovani Chitarristi
  Piero Cappelli: Crisi. Dal capitalismo alle armi, da Bankitalia a Goldman Sachs
  Piero Cappelli: Napolitano & Spinelli
  Milva Maria Cappellini. “L'ultima sposa di Palmira” di Giuseppe Lupo
  Piero Cappelli: Morale Privata & Affari Pubblici
  Piero Cappelli: La mancanza di un'alternativa. Elezioni 2008
  Piero Cappelli : L’opinione pubblica e la Chiesa
  Piero Cappelli: Pedofilia, Chiesa e censura. Perché?
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy