Giovedì , 18 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlo Forin. Lode a Puduhepa
08 Luglio 2008
 

Studio il potere dai tempi del liceo, cioè da quarantacinque anni. Allora, galeotto fu Il Principe ed il genio amato il Machiavelli.

Non ho mai levato un inno di lode, troppo educato all’analisi, forse. Lo faccio ora: lodo l’intelligenza di Puduhepa, grato del dono che ha fatto ai moderni: i Massi Incisi del santuario di Yazilikaya. È un dono perché sono la prova -a disposizione di tutti grazie al collegamento Internet qua sotto- che le nostre origini sono nella zona che oggi è chiamata Turchia, Anatolia per gli antichi.

Levar lode ad una ierodula, cioè ad una puttana sacra -questo fu Puduhepa- è un rischio che un furbo dribblerebbe raccontandola come imperatrice, quello che era diventata ai tempi del santuario. Un’imperatrice illegale, come vedremo, ma alla ricerca della legalità. ‘Per amore e per forza’ come si canta al Palio di Siena.

A me piace la verità solare: il potere di Puduhepa sta in quel mercato di sesso e la sua genialità traspare da qui.

Lei fece incidere questo corteo rimasta vedova del marito Hattusilis III, imperatore illegale degli Ittiti, facendo uso del potere della sovrintendenza alle opere di culto.

Hattusilis non aveva titolo per diventare imperatore perché primogenito. La costituzione ittita dava il primogenito dell’imperatore agli Dèi, ed il secondogenito al Regno. Suo fratello Muwatallis fu il secondogenito, regnò e rimase famoso per aver condotto gli Ittiti nella battaglia di Qadesh contro il faraone Ramses II. Uri Teshup, suo figlio, era titolato a regnare, ma non regnò.

 

Osservate la divinità n. 43, HE PA TU.

La scrittura PU TU HE PA, che ho trovato per Puduhepa, invita ad una lettura retroversa (PU) TU – HEPA – HEPA TU. È lei, tra gli Dèi!

HE PA TU è l’etimo sacro (etetimo) di epatoscopia, ‘osservazione scrupolosa del fegato divinatorio’, che traduce la volontà degli Dèi. Questa pratica fu degli Etruschi, testimoniata dal bronzetto del Fegato di Piacenza.

 

Puduhepa è lodevole perché firma l’opera fissando un punto fermo: siamo nel 1250 a.C. -in piena protostoria secondo le categorie correnti in Europa-. Ma la lodo anche perché il nome, che ci è proposto con i numeri identificativi dei 63 Dèi in corteo dai numerosi archeologi che hanno lavorato allo studio di questa opera, ci dà un esempio solare di lettura retroversa.

Il suo confronto faccia a faccia con la divinità 42, TE SHUP, dio sovrano degli Hurriti, ci offre un nome più complesso, che rimarrebbe astruso così com’è. Tolto il velo, leggiamo tempus – TE ME-SHUP, aiutati dal precedente: TEM PUS. Tempus è una parola latina che non dovrebbe stare né con gli Ittiti né con gli Turriti secondo il pensiero dominante.

Hepatu fa ierogamia –matrimonio sacro- col dio del Tempo. La divinazione vien fatta sul tempo per leggere i fatti di rilievo che accadono in Terra. L’unione di Puduhepa e Hattusilis III –il Sole di Hatti, il primo popolo presente nella terra che fu degli Ittiti– avvenne in un tempio di Ishtar.

Si unirono la sacerdotessa di Ishtar/Shausga ed il massimo sacerdote di Ishtar/Arinna.

Il tempo fece sopravvivere la sacerdotessa al sacerdote; gli Hurriti, bellicosissimi, la tennero al potere, e la sua intelligenza amorevole spiega agli Ittiti con quest’opera perché era giusto che regnasse suo figlio Tudhalya, che fu IV e regnò dal 1250 al 1225.

 

Vogliamo leggerla?

 

Carlo Forin


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.6%
NO
 35.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy