Giovedì , 19 Maggio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > I Care... communication
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Piero Cappelli: La mancanza di un'alternativa. Elezioni 2008
17 Febbraio 2008
 

 Lo abbiamo sostenuto spesso: senza la riforma dei partiti non avremo mai alternative a una classe partitocratrica bolsa e opportunista. Una casta senza paura: tutto rimarrà così perché non ci sono alternative e loro si son ben visti di porre le condizioni perché ciò potesse e possa avvenire. Non solo. Anche la scelta dell’election day è una ‘spia’: le realtà organizzate – i partiti e chi con i soldi – potranno concorrere senza problemi. Invece le liste civiche di problemi ce ne hanno ed anche molte, visti i tempi strettissimi per raccogliere consensi e contributi. L’importante è che a destra e a sinistra ci siano ben pochi disturbatori.

 

Ma il vero scandalo nazionale! è proprio e solo la mancanza di un’alternativa reale, vera, onesta. Cioè, di una iniziativa politica promossa da alcuni cittadini di varia estrazione sociale dall’universitario all’operaio, dall’impiegato all’artigiano, dall’industriale al professionista, dagli studenti ai pensionati. Partendo dal basso e coinvolgendo tutta la società. Una pia illusione? Può darsi. Ma bisognava tentarla comunque a livello nazionale per aver potuto portare in Parlamento una cinquantina tra deputati e senatori tali da rompere le balle a chiunque si accingesse a governare e fargli le pulce giorno per giorno implacabilmente su tutto. Eppure, cari signori e colleghi cittadini, in Italia non abbiamo gente con le balle capaci di fare questo. Ce n’era uno ed era Beppe Grillo. Eppure anche lui – non sappiamo bene perché, non ‘piscia chiaro’ – abbia ritenuto non presentarsi e lasciare che gli altri scorrazzino su e giù per l’Italia a proclamare ‘il verbo’ della demagogia, delle promesse della casta partitica da qualunque angolatura la si guardi. È vergognoso che tra tutti gli intellettuali, i critici, i giornalisti, le associazioni, i benpensanti, gli onesti di ogni categoria e ceto sociale non ci sia stato qualcuno che attraverso un nome, un simbolo, potesse promuovere un’alternativa allo strapotere dei partiti per andare a Roma: una cinquantina di cittadini ignoti, ma di seri principi, capaci di arrivare sugli scranni di Montecitorio e di Palazzo Madama per una seria e valida battaglia contro il tangentismo, i ricattismo e il politicismo di una classe dirigente nazionale ed anche regionali.

 

Ecco il grande scandalo! Un paese che di fronte agli eventi degli ultimi anni, purtroppo da “Tangentopoli” in poi fino ai rifiuti napoletani, a calciopoli, a sanitopoli, a universitopoli, a militaropoli… fino ad una presidenza della Repubblica che tiene ancora segreto il bilancio del Quirinale…, non ci sia stato fin’oggi nessuno capace di ribellarsi e di proporre una rivolta civica. L’ha fatto Beppe Grillo, ma come si vede anche questo non serve: al momento opportuno si è ritirato. Allora questo Paese, cioè noi, prenda quel che gli ‘passa il convento’: il Berlusconi e il Veltroni, cioè quello che ci propinano i due Veltrusconi o Berlustroni. E poiché è questa ‘la legna’ con quale fare il fuoco di queste prossime elezioni richiediamo almeno, per dare un voto consapevole in un sistema elettorale prettamente partitocratrico, che i Veltrusconi ci presentino la loro squadra fin da ora: quanti e quali Ministeri (e quanti e quali sottosegretari) con le relative fedine penai e il relativo curriculum vitae. E per ogni ministero l’elenco dei primi 5 obiettivi di raggiungere e da realizzare nel corso della legislatura. Dal sesto in poi facciano quello che vogliono. Ma si presentino così in forma trasparente e chiara agli elettori visto che noi cittadini non possiamo scegliere nemmeno un deputato. Se poi tu cittadino non ti sentissi di votare alcuno perché in nessuno ti riconosci e non vuoi dargli il tuo consenso, allora fai come me, non andare a votare. Perché, andare a votare significa accettare le loro regole elettorali che invece dobbiamo saper rifiutare e lo possiamo fare SOLO non andando alle urne ma facendo sapere loro, attraverso l’astensione, il rifiuto dei loro sistemi, della loro politica.

 

Piero Cappelli


Articoli correlati

  Piero Cappelli: Ciao Gianni! AdDio… caro Amico e Padre spirituale
  Piero Cappelli: Quando la Vita va avanti... dopo la morte del commissario Calabresi.
  Piero Cappelli: Sacco & Vanzetti. Uccisi due volte, ieri e oggi.
  Piero Cappelli: Atei alla riscossa, Chiesa in difesa. Ma dove siamo?
  Velletri. 2° Incontro Orchestrale Europeo Giovani Chitarristi
  Piero Cappelli: Ritornando dopo aver scritto un libro sulla Chiesa-casta
  Gianni Baget Bozzo - Piero Cappelli: "Sinistra postconciliare e Chiesa Corpo Mistico"
  Piero Cappelli : L’opinione pubblica e la Chiesa
  Piero Cappelli – Dal Che’ al Cia’: come si evolve il kult...
  Piero Cappelli: La Chiesa del futuro.
  Piero Cappelli: Pedofilia, Chiesa e censura. Perché?
  Piero Cappelli: Piove? No... Ma è lo stesso. Governo ladro.
  Piero Cappelli: Dopo 45 anni dal Concilio vaticano II ormai dimenticato...
  Don Oreste Benzi: Devozione e Rivoluzione
  Piero Cappelli: Come salvare questo mondo?
  Piero Cappelli: Lo scandalo dello scandalo: le nostre armi nel mondo
  Piero Cappelli: Persona Umana & Culture
  Piero Cappelli: Classe dirigente nazionale e locale
  Piero Cappelli: Vi segnalo da Alba Magica: Rivolte per la crisi. Islanda e Svizzera.
  Piero Cappelli: Nel ‘Vietnam’ afghano i morti valgono più di quelli in terra italiana?
  Piero Cappelli: Lamentarsi non basta più. Lavoriamo per noi... per ciascuno di noi!
  Piero Cappelli: La casta Ecclesiasticae, lo "scisma silenzioso" nella Chiesa
  Piero Cappelli: Come intendo "I Care... communication"
  Gianni Baget Bozzo - Piero Cappelli: Chiesa per i giusti o per i peccatori? Due lettere.
  Piero Cappelli: Come costruire il dopo-Veltroni, per battere il dopo-Berlusconi?
  Piero Cappelli: Sulle elezioni, sulla sinistra da ripensare
  Piero Cappelli: Essere genitori ed essere figli: Quando ce ne accorgiamo? Letture per gli studenti
  Piero Cappelli: Una cultura del turismo in Italia
  Piero Cappelli: Chiesa e linguaggio
  Piero Cappelli: La restaurazione della liturgia di Pio V. Messa in latino.
  Piero Cappelli: Napolitano & Spinelli
  Piero Cappelli: oltre la morte: l’eternità ci appartiene
  Cristina Cappellini. Di sole non ce n'è mai abbastanza
  Piero Cappelli al Festival di Internazionale a Ferrara (1): ottimo risultato! Ma…
  Piero Cappelli: D’Alema e Veltroni battuti a Firenze. È l’inizio di una nuova politica?
  Piero Cappelli. Dopodomani, che futuro avremo noi italiani?
  Piero Cappelli: Lettera aperta al Papa-teologo Benedetto XVI
  Piero Cappelli: È la fine di un mondo ‘capitalista’?
  Carlo Forin: Recuperar la pausa per tornar cittadini. Primarie e PD
  Piero Cappelli: “Cosa ne penserebbe oggi Don Milani?” Lettera aperta a Walter Veltroni
  Piero Cappelli: Scuola di Barbiana. Il metodo di scrittura collettiva.
  Piero Cappelli
  Piero Cappelli: Poveri unitevi, anzi ribellatevi! Ma come?
  Milva Maria Cappellini. “L'ultima sposa di Palmira” di Giuseppe Lupo
  Piero Cappelli: Morale Privata & Affari Pubblici
  Piero Cappelli: Birmania, i monaci fulcro storico della liberazione.
  Piero Cappelli: La coscienza dell’occidente e le chiese nel XXI secolo post-cristiano
  Piero Cappelli – “Lo scisma silenzioso” (citato da Vito Mancuso su Repubblica) e il dialogo con il mondo del dissenso critico
  Piero Cappelli: Don Milani e il cattocomunismo
  Piero Cappelli – Internazionale a Ferrara (2). Economia e Conflitti nel mondo
  Piero Cappelli – Il fallimento della morale: Cicciolina + Marrazzo + Berlusconi...
  Piero Cappelli: Crisi. Dal capitalismo alle armi, da Bankitalia a Goldman Sachs
  Piero Cappelli - Anteprima: “Lo scisma silenzioso” tradotto in portoghese, in Brasile
  Gianni Baget Bozzo - Piero Cappelli: "Due lettere sul Vaticano II e l’attuale papato"
  Tutti e nove i candidati radicali nelle liste del PD eletti
  Lidia Menapace. Divagazioni
  Marco Pannella. Con Walter senza riserve
  Piero Capone. Il programma barackiano di Veltroni
  A Parigi e in Valtellina per un'Italia europea
  Elezioni. Territorio al centro delle scelte delle candidature
  Cremona. Dalle ore 18, veglia per il Tibet con Maurizio Turco e altri candidati del Partito democratico
  Elezioni. Appello dei radicali per 'aprire' il PD e concorrere alla sua vittoria politico-elettorale
  Accordo Pd-Radicali: Appello per rispetto "parola data"
  Valter Vecellio. La penisola che c’è. Don Antonio Sciortino, “Famiglia Cristiana”, le scomuniche
  Benedetto Della Vedova. Più vicini alle grandi democrazie
  Silvio Viale e Igor Boni. Elezioni: sconfitta terapeutica
  Bruna Spagnuolo. Auguri agl’Italiani e… - Tellusfolio elezioni 2008
  Elezioni 2008. I nomi dei nove Radicali candidati nelle liste del Partito Democratico
  Benedetto Della Vedova e Peppino Calderisi eletti con il Popolo della Libertà. Gli intenti dei “Riformatori Liberali”
  SÌ e NO della Sinistra
  Emma Bonino. Alcuni punti chiave della nostra posizione e delle nostre proposte
  Elisabetta Zamparutti. Sulla mia candidatura in Basilicata
  Valter Vecellio. La difficile scommessa che siamo chiamati a giocare
  Radicali: «Sì all'accordo col Partito democratico»
  Matteo Mecacci. Veltroni come Obama? Una falsificazione politica e giornalistica
  Il Palazzo, Antigone e il programma di sinistra
  Luciano Canova. Le valigie da preparare
  Lidia Menapace. Lettera dalle catacombe. Con saluti sgomenti (di Rosangela Pesenti) e altre lettere (di Enrico Peyretti etc.)
  Maria Antonietta Farina Coscioni. «Per ogni nuova legge, abroghiamone 10!»
  Elezioni 2008. Sulla marginalità delle donne
  Rosangela Pesenti. Pensare in piccolo, agire in tempo...
  Donne e uomini di Sinistra chiedono al PD di valutare la possibilità di unirsi in coalizione con i Radicali
  Valter Vecellio. Hanno ragione Veltroni e Rutelli
  Valter Vecellio. Il “laikoonte” di Giorgio Forattini, un’email, e gli sms di un amico
  Mao Valpiana. Il voto è mio e lo gestisco io
  Candidati coi controfiocchi. Il caso Andrea Verde nella circoscrizione estera per il “Popolo della Libertà”
  Marco Pannella sulle candidature radicali nel Pd
  Maria G. Di Rienzo. Una proposta semplice. Come sono le liste che io vorrei
  Maria G. Di Rienzo. Elezioni. Prime risposte verso il 2 marzo
  Stasera Emma Bonino a Ballarò
  Marco Lombardi. Basta Vincere. Un messaggio socialmente devastante
  Enrico Letta a Sondrio venerdì. Un'intera giornata in provincia
  Valter Vecellio. Gli affetti e i concetti
  Niccolò Bulanti. «Cosa ci aspettiamo da lui». Sulle elezioni italiane 2008
  Valter Vecellio. L’ordine impartito è: far fuori Pannella e i radicali
  Valter Vecellio. Unn’è cosa di spartiricci u pani ‘nzemmula
  Lidia Menapace. Voti dannosi
  Pd. Candidature in provincia di Sondrio
  Marco Pannella. Sono d’accordo con base e sviluppi dell’intesa con il Partito Democratico e con Walter Veltroni
  “Famiglia Cristiana”. I risultati di un sondaggio sul numero in edicola e attacco all'intesa Pd/Radicali sul prossimo
  UDC. Dalle urne una grande sorpresa
  Rita Bernardini e Marco Cappato. Meno efficace di un'alleanza riformatrice, ma accettiamo impostazione per un accordo con il Partito Democratico
  Mao Valpiana. Un vero evento politico
  Valter Vecellio. Appunti per una campagna elettorale
  Elezioni Basilicata. Elisabetta Zamparutti: «Cercherò di dare un contributo al rinnovamento della politica lucana»
  Marco Cappato e Rocco Berardo. Lettera aperta a Gavino Angius
  Annagloria Del Piano. Quell'Italia che è stata sconfitta
  Michele Boato, Maria G. Di Rienzo, Mao Valpiana. Crisi politica. Discutiamone il 2 marzo a Bologna
  Emma Bonino. Radicali in Parlamento: 6 eletti per scelta determinata, 3 “per caso”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.9%
NO
 25.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy