Lunedì , 10 Dicembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > In tutta libertà
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gianfranco Cercone. “La macchinazione” di David Grieco: Pasolini inghiottito in un incubo
26 Marzo 2016
 

L’idea di macchinazione – di un piano criminale dalla perfezione diabolica, predisposto da forze potenti e occulte – trascina a volte con sé il sospetto della follia. E non perché le macchinazioni non possano realmente verificarsi; ma perché si sa che sono i folli, i deliranti, i paranoici, a credere nelle macchinazioni, anche le più fantastiche.

Ciò premesso, mi guardo bene dall’accusare di follia David Grieco, che nel suo film, da vari punti di vista pregevole, La macchinazione ha voluto raccontare e interpretare l’omicidio di Pier Paolo Pasolini, come il risultato di una congiura, che avrebbe coinvolto in una qualche misura uno dei potenti dell’Italia degli anni Settanta, Eugenio Cefis, come si sa presidente dell’ENI e poi della Montedison (Cefis era uno dei personaggi del romanzo che Pasolini stava allora scrivendo, Petrolio, per il quale utilizzava come una delle fonti un libro di denuncia contro Cefis, fatto sparire appena uscito in libreria). Insieme a lui, avrebbero fatto parte della congiura servizi segreti e forze politiche alleate o controllate da Cefis; bande criminali; ragazzi vicini agli ambienti fascisti, utilizzati come manovalanza; e infine Pino Pelosi, il ragazzo con cui Pasolini aveva una relazione, che sarebbe stato costretto ad assumersi la responsabilità dell’omicidio.

Sulla veridicità di tale ricostruzione non può evidentemente pronunciarsi il critico cinematografico. È materia per magistrati, per giornalisti e per storici.

Tuttavia, certi passaggi del racconto di Grieco sfidano a tal punto il senso della verosimiglianza del comune spettatore (penso per esempio a quel sistema di registratori occultati a Villa Borghese, per ascoltare a distanza la conversazione di Pasolini con l’autore del libro su Cefis), che la realtà mostrata dal film finisce comunque per somigliare a un’allucinazione. (Ed è un effetto che sembra perseguito ad arte. La stessa musica, molto bella, dei Pink Floyd che accompagna tutto il film, crea un effetto di distorsione).

Pasolini paragona Petrolio, il suo romanzo che uscirà postumo e incompiuto, a una visione da incubo, infernale, che si dilata nella sua immaginazione, riversandosi in migliaia di pagine scritte. Una visione, certo, alimentata dall’Italia di quegli anni (di cui il film restituisce con suggestione il clima), nella quale dilagava la violenza, che fosse quella dei sottoproletari delle borgate, degli scontri armati tra comunisti e fascisti, delle cosiddette “stragi di Stato”. Quella violenza a cui vediamo Pasolini esporsi temerariamente, sia come scrittore intrepido, sia attraverso le sue frequentazioni notturne.

Forse con più decisione David Grieco avrebbe dovuto preferire al realismo, il registro del sogno, o appunto dell’incubo, che a ben guardare si confà al clima storico che lui evoca.

Nella “Macchinazione”, come in un film dell’orrore, Pasolini sarà inghiottito in un incubo, fino a morirci dentro.

Il ruolo di Pasolini è interpretato con molta finezza da Massimo Ranieri.

 

Gianfranco Cercone

(Trascrizione della puntata di “Cinema e cinema”
trasmessa da Radio Radicale il 26 marzo 2016
»»
QUI la scheda audio)


Articoli correlati

  La patata bollente. Una commedia intelligente sul tema omosessuale
  Gianfranco Cercone. “Pasolini” di Abel Ferrara: troppo esatto per essere vero
  Gabriella Sica: L’artista e la croce. Caravaggio e Pasolini
  Istituzioni/ Intervista ad Alessandra Borsetti Venier
  Iniziative/ La meglio gioventù di Pier Paolo Pasolini e Racconti ambigui di Enzo Siciliano
  Giuseppina Rando. Una nota su Educazione e Scuola
  Salò o le 120 giornate di Sodoma, il Pasolini più discusso al Cinema Eden
  Pier Paolo Pasolini, «La sua morte è un drammatico, disperato rapporto con la madre»
  Pier Paolo Pasolini: Il padre selvaggio. Ri-lettura di Maria Lanciotti
  Pasolini su Israele e il mondo arabo
  RICORDANDO PASOLINI
  Cosimo Cinieri in “Pier Paolo, Poeta delle ceneri”
  Maria Lanciotti. Bignamino di una cronaca non ancora storicizzata – 4
  Gianfranco Cercone. “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini
  Gordiano Lupi. Nasce inCONTROPIEDE, editore sportivo
  Gordiano Lupi. I libri di cinema editi da Mediane
  Gianfranco Cercone. “Foxtrot – La danza del destino” di Samuel Maoz
  Pier Paolo Pasolini. Il sogno di una cosa
  Gordiano Lupi. “Tutti al mare” (2011) di Matteo Cerami
  Gianfranco Cercone. “Porno-teo-kolossal”: l’Epifania secondo Pasolini
  Alberto Figliolia. Più dei santi, meno dei morti
  Franco Morelli e le sue “genti”
  Gordiano Lupi. Quattro consigli di lettura
  Roberto Malini. Omofobia di Eugenio Montale
  Maria Paola Forlani. Il cinema cristologico
  “PREMIO MONDELLO” 2006
  Sergio Anelli. L’assassinio lento di Pasolini
  Antonella Pierangeli. L’eresia e la visione: Pasolini l’impuro in un Paese orribilmente sporco
  La poesia degli Eretici. In Brianza per PoesiaPresente2008
  Walter Lazzarin. Pillole per prendere premi prestigiosi
  “Orgia” di Pier Paolo Pasolini
  Emanuele Trevi. Qualcosa di scritto
  Pier Paolo Pasolini (Mediane Libri)
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 73.3%
NO
 26.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy