Martedì , 17 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > In tutta libertà
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gianfranco Cercone. “Porno-teo-kolossal”: l’Epifania secondo Pasolini
09 Gennaio 2015
 

“Porno-teo-kolossal” è il titolo del film che Pier Paolo Pasolini avrebbe dovuto girare presumibilmente nel 1976, se l’anno prima non fosse stato ucciso. Del film, resta un lungo “trattamento” che Pasolini dettò al registratore. La trascrizione fu pubblicata per la prima volta, nel 1989, dalla rivista Cinecritica, e la si ritrova nei due volumi dei Meridiani Mondadori dedicati agli scritti del poeta sul cinema.

Per quantità di avventure fantastiche, per l’impiego di scene di massa e di scenografie fantasmagoriche, si tratta di un progetto davvero colossale, e si fatica a credere che Pasolini sarebbe riuscito a realizzarlo così come lo aveva concepito, che tanto materiale potesse rientrare in un solo film.

Abel Ferrara nel suo Pasolini ha voluto girarne alcuni frammenti, ma fatalmente dando del progetto un’idea molto riduttiva. La struttura del racconto è suggerita dal mito dell’Epifania. Un Re Mago che vive a Napoli – doveva interpretarlo Eduardo De Filippo – appreso della nascita del Messia, seguendo una stella cometa, accompagnato da un servo – che doveva interpretare Ninetto Davoli – attraversa alcune città immaginarie, sostenuto dal fervore di recare un dono a Gesù bambino.

Le città sono: Sodoma, ispirata alla Roma degli anni cinquanta, ma nella quale l’amore omosessuale è ritenuto normale, mentre quello eterosessuale è soltanto tollerato; Gomorra, ispirata alla Milano degli anni settanta, dove esplodono la violenza stragista e la criminalità comune, e nella quale è ammesso soltanto l’amore eterosessuale, mentre quello omosessuale è barbaramente perseguitato; e Numanzia, una Parigi utopica, nella quale un socialismo democratico e libertario è pienamente realizzato, ma che soccombe all’assedio di un esercito neonazista, tanto che i suoi abitanti decidono, attraverso un referendum, di suicidarsi in massa.

Il conflitto che è sotteso a tutti gli episodi è fra l’amore, anche e soprattutto carnale, spesso refrattario alle norme sociali sia della tollerante Sodoma sia dell’intollerante Gomorra; e la violenza, che insorge spesso misteriosamente e finisce per prevalere, generando distruzione e caos. Il Re Mago attraversa questi scenari apocalittici, forte della fede nel Messia, che dovrà portare agli uomini “felicità, ordine, bontà e fraternità”. Ma quando è giunto quasi al termine del suo viaggio, un altro napoletano lo deruba del dono per il bambinello, che si scoprirà essere un presepe immaginifico. E quando la cometa finalmente si posa, con la sua luce accecante illumina una grotta vuota. Tutto intorno, “polvere, sassi, le tracce di un fuoco di beduini, qualche cagata secca”. Spunta un ragazzino arabo che informa i pellegrini che il Messia è nato lì, ma ormai è morto, ed è stato dimenticato.

Per la delusione, il Re Mago muore. Ma il racconto non si conclude così. L’anima del Re Mago vaga nell’alto dei cieli, accompagnata ancora dall’anima del suo servo, e osservando il mappamondo del nostro pianeta, commenta: “La cometa che ho seguito è stata ‘na strunzata, ma senza questa strunzata, Terra, non ti avrei conosciuto”.

Proprio in quel momento si odono dalla Terra, sempre più nitidi, alcuni canti rivoluzionari. “E mo’?”, si chiede il re Mago. E il suo servo gli risponde: “Nun esiste la fine. Aspettamo. Quarche cosa succederà”.

 

Gianfranco Cercone

(da Notizie Radicali, 7 gennaio 2015)


Articoli correlati

  Pier Paolo Pasolini. Il sogno di una cosa
  Gianfranco Cercone. “Foxtrot – La danza del destino” di Samuel Maoz
  Maria Paola Forlani. Il cinema cristologico
  Antonella Pierangeli. L’eresia e la visione: Pasolini l’impuro in un Paese orribilmente sporco
  Gordiano Lupi. “Tutti al mare” (2011) di Matteo Cerami
  Pier Paolo Pasolini: Il padre selvaggio. Ri-lettura di Maria Lanciotti
  Pasolini su Israele e il mondo arabo
  RICORDANDO PASOLINI
  Pier Paolo Pasolini, «La sua morte è un drammatico, disperato rapporto con la madre»
  Istituzioni/ Intervista ad Alessandra Borsetti Venier
  “PREMIO MONDELLO” 2006
  Giuseppina Rando. Una nota su Educazione e Scuola
  Pier Paolo Pasolini (Mediane Libri)
  Gianfranco Cercone. “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini
  La poesia degli Eretici. In Brianza per PoesiaPresente2008
  Franco Morelli e le sue “genti”
  Maria Lanciotti. Bignamino di una cronaca non ancora storicizzata – 4
  Cosimo Cinieri in “Pier Paolo, Poeta delle ceneri”
  Anna Lanzetta. Omaggio a Matera 3
  Gordiano Lupi. Quattro consigli di lettura
  Emanuele Trevi. Qualcosa di scritto
  Salò o le 120 giornate di Sodoma, il Pasolini più discusso al Cinema Eden
  Gordiano Lupi. I libri di cinema editi da Mediane
  Iniziative/ La meglio gioventù di Pier Paolo Pasolini e Racconti ambigui di Enzo Siciliano
  Gabriella Sica: L’artista e la croce. Caravaggio e Pasolini
  “Orgia” di Pier Paolo Pasolini
  Gordiano Lupi. Nasce inCONTROPIEDE, editore sportivo
  Walter Lazzarin. Pillole per prendere premi prestigiosi
  Sergio Anelli. L’assassinio lento di Pasolini
  Gianfranco Cercone. “Pasolini” di Abel Ferrara: troppo esatto per essere vero
  Roberto Malini. Omofobia di Eugenio Montale
  Gianfranco Cercone. “La macchinazione” di David Grieco: Pasolini inghiottito in un incubo
  Alberto Figliolia. Più dei santi, meno dei morti
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy