Lunedì , 08 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gordiano Lupi. Un anno di 14ymedio
22 Maggio 2015
 

 

 

Il quotidiano online 14ymedio, fondato dalla blogger cubana Yoani Sánchez, compie un anno. Per Internazionale questa è una notizia, in fondo anche per noi, altrimenti non avremmo letto e commentato. Scrive il mensile diretto da Giovanni De Mauro: «Fin dal primo giorno, l’accesso al sito dall’isola di Cuba è stato bloccato, con la giustificazione che era finanziato interamente con fondi provenienti dall’estero. Secondo il quotidiano nazionale Granma, l’obiettivo del sito è sempre stato quello di alimentare le campagne di disinformazione e diffamazione contro Cuba. In un editoriale pubblicato oggi dal titolo Un anno, nonostante la censura, i redattori del giornale hanno scritto di essere soddisfatti di aver fatto informazione senza scendere a compromessi. La più grande soddisfazione che abbiamo sperimentato in questo primo anno di lavoro è stata quella di informare tutti i giorni, e farlo con la nostra voce, con indipendenza di giudizio, senza scendere a compromessi con terzi e avendo resistito alla censura tecnologica, hanno scritto. Il sito 14ymedio è interamente finanziato da investitori privati, per lo più residenti in Europa».

 

A questo punto della commedia viene spontaneo chiedersi a chi serva un simile periodico on line, se proprio ieri mi hanno scritto le Damas de Blanco, confessando che il loro messaggio partiva dall’Ufficio di Interessi USA e aggiungendo – con enfasi – che tra breve diventerà l’ambasciata di tutti i cubani. Ecco, se ho un peccato da confessare, è quello di essere stato tanto sciocco e credulone da cadere nella rete di personaggi così squallidi. Le Damas de Blanco cubane, appoggiate da Yoani Sánchez e dal suo giornale, hanno sempre scritto i loro proclami dall’Ufficio di Interessi USA, vero e proprio quartier generale. Ma adesso che a Cuba tutto sta cambiando e che i rapporti con gli Stati Uniti vanno verso una logica normalizzazione, questa gente a chi serve? Perché continuare a sovvenzionare le Damas de Blanco e il giornale della Sánchez? Questa è la vera domanda che necessita urgente risposta, non certo celebrare un anno di vita di un giornale inutile. Da parte mia resto un uomo senza certezze. So solo che presunti giornalisti come Yoani Sánchez e il suo gruppo non hanno niente a che spartire con gli ideali di libertà e di uguaglianza, ma sono soltanto a caccia di visibilità e denaro. Scoraggiamo sovvenzioni finalizzate a ingigantire un ego smisurato. Se dobbiamo aiutare i cubani, rivolgiamoci al popolo non a chi parla e rappresenta solo se stesso.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy