Venerdì , 12 Agosto 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Fidel Castro torna in TV 
Yoani Sánchez: “Invece di sviscerare i problemi di Cuba parla dei rapporti Usa-Iran. Sempre la stessa retorica…”
13 Luglio 2010
 

Fidel Castro di nuovo protagonista alla televisione cubana. Era dal 2006 che non accadeva. Ieri sera si sono accesi i riflettori di Cubavision sul volto stanco e sofferente del vecchio padrone dell’Isola. Il lider maximo tra un mese compierà 84 anni, forse ha voluto festeggiare in anticipo comparendo nel suo programma preferito: la “Mesa Redonda” (tavola rotonda), nella quale in passato era ospite fisso. Il tema affrontato è stato il Medio Oriente, dove Fidel ritiene che stia per scoppiare una nuova guerra.

Yoani Sánchez ci ha rilasciato una breve dichiarazione sull’imprevista apparizione: «Rivedere Fidel Castro in televisione è stato come guardare le vecchie foto: ci domandiamo chi sia quell’uomo ritratto in un’immagine vecchia e dimenticata. Fidel Castro ha parlato solo della possibile guerra Iran-USA. Non ha detto nemmeno una parola sulla situazione interna né sui prigionieri politici. Ci sono tanti temi nazionali di cui parlare! Perché non ci intrattiene sul disastro nazionale di cui è profondamente responsabile? Il deterioramento maggiore non è nel suo stato fisico ma nella sua retorica che ricorda il secolo passato. Adesso posso dire con le parole di un vecchio bolero che Fidel Castro è entrato nel mio passato, nel passato della mia vita».

 

Yoani Sánchez preferisce pensare al futuro di Cuba. Per questo invita a leggere una nuova voce della blogosfera: Ernesto Morales, che ha aperto un blog consultabile all’indirizzo: www.elpequenohermano.wordpress.com. I problemi della sua terra non si trovano nelle parole retoriche di Fidel Castro ma nelle espressioni dei giovani che raccontano il quotidiano.

 

Intanto i primi prigionieri politici partono alla volta della Spagna. Yoani Sánchez ha intervistato su Generación Y Pedro Argüelles, che ha scelto di restare a Cuba ma non è ancora stato liberato.

È cominciata l’operazione esilio, che sa tanto di deportazione, per undici prigionieri, salutati ieri all’aeroporto José Martí da molti amici. «Fino a quando sarà questa l’alternativa per chi esprime un pensiero diverso? Fino a quando dovremo scegliere tra la prigione e l’esilio?», si chiede la nota blogger. Visto come stanno andando le cose questa liberazione di prigionieri sembra un atto di magnanimità compiuto dal potere, finalizzato a ottenere favori economici e una diversa politica dell’Unione Europea nei confronti di Cuba. Non pare che alla base delle azioni governative ci sia la volontà di un effettivo cambiamento.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Ernesto Morales. Arriva il successo del blog
  Ernesto Morales. Il ruolo degli intellettuali
  Ernesto Morales. Fare opposizione a Cuba
  Carlos Alberto Montaner. HAVANA REAL di Yoani Sánchez
  Ernesto Morales. La metafora del vicino
  Ernesto Morales. Il “prodotto” Yoani
  Ernesto Morales. Yoani, una blogger provocatrice
  Ernesto Morales. Epilogo. Torna la metafora del vicino
  Ernesto Morales. La storia di Reinaldo Escobar
  Ernesto Morales. Faccia a faccia con Yoani
  Ernesto Morales. Un blog che cambia la vita
  Ernesto Morales. Prologo al Pequeño Hermano
  Ernesto Morales. Le origini di Generacion Y
  Ernesto Morales Licea. Sotto la Pelle del Vero Nicanor
  Ernesto Morales. A casa di Yoani Sánchez
  Ernesto Morales. Una madre di nome Yoani
  Ernesto Morales. La fama di Yoani
  Pedro Argüelles Morán. Se io fossi l’ultimo
  Pedro Argüelles Morán. Sciopero della fame
  Reinaldo Escobar / Guillermo Fariñas. Conto alla rovescia per la liberazione
  Pablo Pacheco Avila. Abbiate cura di voi
  Yoani Sánchez. Chi teme i libri?
  Pedro Argüelles Morán. Sciopero della fame 2
  Pedro Argüelles Morán. León Profeta
  Un gruppo Facebook promuove una rivolta contro il regime cubano
  Richiesta di solidarietà dalla prigione cubana di Canaleta
  Pablo Pacheco. Le impronte della memoria
  Fidel Castro fa marcia indietro sulla guerra nucleare
  Fidel Castro: “Il mondo è sull'orlo della guerra nucleare”
  “Sono resuscitato in un mondo di pazzi!”
  “Ma la guerra nucleare non cominciava ieri?”
  Fidel Castro davanti al Parlamento
  Fidel e la guerra nucleare
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 3 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 64.7%
NO
 35.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy