Domenica , 29 Novembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Nicolás Guillén. Soldati in Abissinia
Mussolini saluta le truppe che si recano in Etiopia
Mussolini saluta le truppe che si recano in Etiopia 
19 Febbraio 2016
 

Questa poesia di Nicolás Guillén è tratta da Cantos para soldados y Sones para turistas (1937) - Canti per soldati e Suoni per turisti”, che sto traducendo. Ci riguarda molto da vicino, perché Guillén - da Cuba - parla dei nostri soldati impegnati nella campagna d'Africa, quella sciagurata guerra d'Abissinia voluta da Mussolini, per allungare lo stivale fino all'Africa Orientale. Il poeta vede la guerra dalla parte dei soldati, insiste sulla profonda differenza tra la guerra combattuta sulla mappa e la guerra reale, combattuta da uomini. Poesia scritta nel 1937, che si adatta bene anche ai nostri tempi, purtroppo... (Gordiano Lupi)

 

 

 

Soldati in Abissinia

 

Mussolini.

Avanza il pugno, la barba.

avanza il tavolo, in croce,

Africa

dissanguata.

Africa verdenera o biancazzurra,

di geografia e mappa.

 

Il dito, figlio di Cesare,

penetra il continente:

non parlano le acque di carta,

né i deserti di carta,

né le città di carta.

La mappa, fredda, di carta,

e il dito, figlio di Cesare,

con l'unghia insanguinata, già confitta,

sopra un'Abissinia di carta.

 

Che diavolo di pirata,

Mussolini,

con il volto così duro

e la mano così lunga!

 

L'Abissinia s'increspa,

s'inarca,

grida,

s'infuria,

protesta.

Il Duce!

Soldati.

Guerra.

Navi.

 

Mussolini, in automobile,

fa il suo giro mattutino;

Mussolini, a cavallo,

nel suo esercizio vespertino;

Mussolini, in aereo,

da una città all'altra città.

Mussolini, pulito,

fresco,

lindo,

vertiginoso.

Mussolini, contento.

E serio.

 

Ah, ma i soldati

cadranno e inciamperanno!

I soldati

non faranno il loro viaggio su una mappa,

ma sul suolo d'Africa,

sotto il sole d'Africa.

Là non troveranno città di carta;

le città non saranno punti che parlano

con verdi vocettine topografiche:

formicai di pallottole,

tossire di mitragliatrici,

canneti di lance.

 

Allora, i soldati

(che non fecero il loro viaggio su una mappa),

i soldati,

lontani da Mussolini,

soli;

i soldati

si arroventeranno nel deserto,

e molto più piccoli, certamente,

i soldati,

dopo si asciugheranno lentamente al sole,

i soldati

trasformati

nell'escremento degli avvoltoi.

 

Nicolás Guillén


Articoli correlati

  Nicolás Guillén. Devi aver volontà
  Nicolás Guillén. Nero labbrone
  Nicolás Guillén. Cerca quattrini
  Nicolás Guillén. Ballata dei due nonni
  Nicolás Guillén. Il male del secolo
  Nicolás Guillén. Al Guatemala
  Nicolás Guillén. Floripondito
  Gordiano Lupi. I miei libri da spiaggia
  Norberto Fuentes rivela gli atti ufficiali del caso Padilla
  Yoani Sánchez. Juan condannato al niente
  Gordiano Lupi. Nicolás Guillén, il poeta nazionale
  Nicolás Guillén. Poesia con bambini
  Nicolás Guillén. Una canzone a Stalin
  Nicolás Guillén. Tropico
  Nicolás Guillén. Da “Sóngoro cosongo” (1931)
  Nicolás Guillén. Se tu sapessi...
  Nicolás Guillén. Mulatta
  Gordiano Lupi. Tre 'inediti' di Nicolás Guillén
  Nicolás Guillén. Tu non sai l'inglese
  Nicolás Guillén. Ragazza mia
  Nicolás Guillén. Prosegui...
  Gordiano Lupi. Consigli per un Natale fuori dal coro
  Sergio Caivano. La guerra voluta da Mussolini
  Sergio Caivano. La fuga interrotta di Mussolini verso la Spagna
  Sergio Caivano. L’oro della Banca d’Italia regalato da Mussolini ad Hitler
  Daniele Dell’Agnola. Topi, ebrei: la parola di Benito
  Milanesi, guardate il cielo. Come nel 1933…
  Sergio Caivano. Dongo la fine
  Sergio Caivano. Gli attentati a Mussolini
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy