Lunedì , 27 Giugno 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Francesco Fortinguerra. “La storia si ripete” 
Veglia a Torremaggiore (Fg), venerdì notte 22/23 agosto
19 Agosto 2008
 

Il 23 agosto 2008 in occasione dell’81° Anniversario dell’uccisione di Sacco e Vanzetti il nostro movimento in concomitanza con altre associazioni ha deciso di ribadire le rivendicazioni dei diritti inalienabili dell’uomo di cui le/i Giovani Comuniste/i sono da sempre portatori. Quindi, di aderire alla veglia contro la pena di morte e per l’applicazione dei diritti umani nel mondo considerato ormai sono passati 60 anni dall’emanazione di questa carta che non ha mai trovato piena applicazione.

La veglia, che sarà dedicata al giornalista afghano, Sayed Perwiz Kambakhsh, condannato a morte per blasfemia, sarà tenuta a Torremaggiore in Piazza Papa Giovanni Paolo II a partire dalle ore 20:30 del 22 agosto fino all’1:00 del 23 di agosto, quando 81 anni fa, rispettivamente alle 0:19 ed alle 0:26, furono uccisi con la sedia elettrica a Charleston (U.S.A.) Nicola Ferdinando Sacco e Bartolomeo Vanzetti, dopo un processo farsa, frutto del razzismo e del clima di intolleranza e di odio dell’America degli anni venti verso i lavoratori immigrati, soprattutto se anarchici e comunisti.

Il clima politico e sociale a cui assistiamo sta degenerando in espressioni ancora vive nella nostra memoria e non possiamo/non dobbiamo far sì che questi eventi accadano ancora oggi.

Questa condizione si avverte soprattutto nei confronti dei lavoratori migranti che alla ricerca di un futuro migliore si vendono negata qualsiasi dignità e libertà rivivendo situazioni che hanno vissuto i nostri connazionali all’estero ed i nostri padri.

Vogliamo un mondo in cui a ogni persona siano riconosciuti tutti i diritti umani sanciti dalla Dichiarazione universale dei diritti umani e da altri atti sulla protezione internazionale dei diritti umani; Art. 1 della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo: «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza» trovi la sua reale applicazione e che non si debba più assistere a massacri come quello per un Tibet libero, non vi siano negazioni e violazioni di diritti umani.

 

Francesco Fortinguerra

Coordinatore prov. Giovani Comuniste/i della Federazione di Foggia


Articoli correlati

 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy