Lunedì , 13 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Spettacolo > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Roberto Malini. A Genova per un mondo senza violenza sulla donna 
Un pomeriggio di poesia, musica, arte e idee
25 Ottobre 2016
 

Emozione per il Coro della Maddalena e le canzoni di Renzo Bonissone & Friends. Dibattito ricco di proposte condotto da Claudio Magnabosco. Premio “La ragazza di Benin City” al poeta Steed Gamero

 

 

Genova – Quello di sabato 22 ottobre, nella meravigliosa Sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale, è stato un lungo pomeriggio ricco di civiltà, arte e pensiero. Il tema, “Prima della violenza - Prima iniziativa maschile contro la violenza sulla donna” è stato trattato da diversi punti di vista, grazie agli intervenuti e all’intelligente conduzione di Claudio Magnabosco. Prima del dibattito, il Coro della Maddalena, diretto da Giua, ha ricordato Don Gallo e ha emozionato il pubblico con alcune canzoni italiane, interpretate con bravura e ironia. Ho apprezzato le diverse idee espresse nel dibattito, mirate sempre a sostenere i diritti della donna e a identificare ogni possibile prevenzione degli abusi che la colpiscono. Da parte mia, ispirandomi alla cornice barocca della sala, che espone numerosi dipinti seicenteschi e settecenteschi di figure femminili, ho parlato della cultura di pace che la donna, troppe volte sottomessa e perseguitata, ha maturato nel corso della storia e porta ancora con sé ai nostri giorni. Far propria quella cultura che si oppone all’aggressività e la sostituisce con il dialogo, è la via maestra per cambiare la società. Senza trascurare che con il dirito al voto, conquistato dalla donne attraverso un impegno civile che è iniziato in Francia nel XVIII secolo, una metamorfosi positiva sta già attraversando la comunità umana, con il raggiungimento di una serie di tappe che avvicinano sempre di più le pari opportunità e i pari diritti della donna. C’è tanta strada da percorrere ancora e la donna la percorrerà inarrestabilmente.

Ho anche parlato, nel secondo intervento, della tragedia che colpisce quotidianamente le donne durante le migrazioni e che le espone a ogni genere di abuso; ho infine accennato alla condizione delle donne Rom nelle città europee, alla precarietà cui le costringe la persecuzione istituzionale e all’abbassamento della loro speranza di vita media, che è sotto i 40 anni. Se non si affronta questa priorità, se non si sviluppa una vista capace di vedere gli invisibili, a poco serviranno gli sforzi per ottenere una società di uguali.

Il giovane poeta italoperuviano Steed Gamero ha ricevuto l’importante Premio “La ragazza di Benin City”, che riconosce la sua opera letteraria e il suo impegno civile, particolarmente importante nella difesa della donna e delle minoranze più vulnerabili. Anna Solaro e il Teatro dell’Ortica, dopo aver tenuto uno spettacolo esterno contro la violenza sulle donne, hanno ripetuto per gli intervenuti alcuni momenti dello stesso. Dopo alcune splendide canzoni originali e un omaggio musicale a Fabrizio De André a cura del cantautore Renzo Bonissone, che ha trasmesso, con alcune interpretazioni di grande livello e intensità – e insieme ai suoi amici musicisti – lo spirito del cantautore genovese, ecco il nostro reading per i diritti della donna e di tutte le minoranze vulnerabili: Steed Gamero ha letto, emozionando non poco, un pensiero di Abraham Lincoln sulla schiavitù (“Non vorrei essere schiavo né padrone. Questa è la mia idea di democrazia e libertà”) e alcune poesie dal suo libro – che ormai ha superato la decina di riconoscimenti letterari in Italia e all’estero – I ragazzi della Casa del Sole; la poetessa Daniela Malini e io abbiamo letto a due voci la mia poesia “L’amore secondo Don Gallo” (da Ba ta clan, Lavinia Dickinson Editore).

Quattro ore di idee, poesia, musica, libertà e impegno: un altro passo verso un mondo senza l’atrocità della violenza contro la donna, i bambini, gli individui e i gruppi sociali emarginati e perseguitati.

 

Roberto Malini

 

 

Nella foto di gruppo, da sinistra: Alfredo Franchini, Renzo Bonissone, Steed Gamero con il Premio “La ragazza di Benin City”, Claudio Magnabosco, Daniela Malini, Roberto Malini


Articoli correlati

  Roberto Malini. Buon Natale, ma...
  Roberto Malini. Festa della donna. Un pensiero alle Romnì
  Pescara. “Fermare l'ondata di odio razziale che colpisce i Rom”
  EveryOne Group. Alluvione in Sierra Leone
  21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia: nasce a Torino il Memoriale dei poeti della Shoah
  A Nansana (Uganda) la Giornata Internazionale della Consapevolezza sull’Albinismo
  Iniziative/ Genova. Primo 'evento maschile' contro la violenza sulle donne
  Milano. Neofascisti lanciano pietre contro i Rom di via Dione Cassio
  Video-choc degli immigrati nudi
  Roberto Malini. Il poeta cinese Zhu Yufu torturato in carcere
  Roberto Malini. La discriminazione che colpisce i mendicanti
  EveryOne. Decine di giovani “emo” assassinati dalle brigate sciite in Iraq
  Roberto Malini. Siamo tutti Mimmo Lucano!
  Laboratori virologici e ricerca nucleare: è necessario che operino alla luce del sole
  “Fermare le politiche anti-Rom in Italia”
  EveryOne Group. “No allo sgombero dell’insediamento Rom di Cornigliano”
  Addio, Pesaro. Una videopoesia, un invito a intraprendere un viaggio di civiltà
  Napoli. La via della tolleranza contro corruzione, razzismo e crimine organizzato
  Persecuzione ed espulsione di massa dei Rom in Italia
  Sierra Leone: la società civile chiede più impegno e solidarietà da parte dell’Unione europea
  Profughi: la società civile e le istituzioni devono lavorare insieme
  Regno Unito: Gay tanzaniano ottiene asilo dopo campagna internazionale
  EveryOne Group. La “partita dell'antirazzismo” continuerà anche nel 2017
  Processo agli attivisti del Gruppo EveryOne: assolti perché il fatto non sussiste
  EveryOne Group. A Greta Thunberg il Premio Makwan 2019
  Diritti umani. Morena La Rosa: ogni giorno una nuova sfida
  Félix Luis Viera. Città del Messico
  È morta Fernanda Pivano
  Chi viene dopo De André? Test musicale 2
  Scrivere la musica: Fabrizio De André
  Gordiano Lupi. “Uomo Faber” di Fabrizio Càlzia e Ivo Milazzo
  Un destino ridicolo
  È uscito il primo numero de “Il libro volante”
  Amore che vieni Amore che vai
  Luca Marazzi, concerto a Palazzo Pestalozzi
  Collettivo Olandese Volante. “Derive” Parole, forme, coabitazioni o…
  Cantoro, Il libro più bello del mondo
  QM Live. Un mondo a più voci
  Giovanni Bogani. Amore a ore
  LIVE AL FRASSATI 2006. Sabato 21 gennaio: "Mercanti di liquore"
  Mina emblema degli anni Sessanta-Settanta
  Premio Makwan 2015 per i diritti umani a Isoke Aikpitanyi e Claudio Magnabosco
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy