Giovedì , 01 Dicembre 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Bottega letteraria > Prodotti e confezioni [08-20]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Patrizia Garofalo. Le “Lettere di guerra” di Clemente Rebora curate da Marco Dalla Torre
Clemente Rebora (Milano 1885 – Stresa 1957)
Clemente Rebora (Milano 1885 – Stresa 1957) 
27 Novembre 2010
 

Viatico

 

O ferito laggiù nel valloncello

tanto invocasti

se tre compagni interi

cadder per te che quasi più non eri.

Tra melma e sangue

tronco senza gambe

e il tuo lamento ancora,

pietà di noi rimasti

a rantolarci e non ha fine l’ora,

affretta l’agonia,

tu puoi finire,

e conforto ti sia

nella demenza che non sa impazzire,

mentre sosta il momento

il sonno sul cervello,

lasciaci in silenzio.

Grazie, fratello.

 

Clemente Rebora

 

 

Clemente rivela fin da giovanissimo una “sensibilità intellettuale acutissima”, così Marco Dalla Torre presenta questo epistolario dal quale si evince come la tensione del percorso di Rebora si elabori e si coniughi lentamente nel suo essere dilaniato tra gli orrori della storia di inizio secolo che investono e permeano l’animo in una devastante dolente tensione dello spirito che convergerà nella conversione. Dalla partenza per il fronte appare evidente come il falso mito della guerra rivendicato dai “vociani” lo veda distante ma anche vittima dell’orrore più vasto dello sguardo pietrificante della Medusa. Indagare dentro questa tensione è stato attento compito di Dalla Torre che si fa voce di orrori e riporta l’espressionismo semantico e la disgregazione della parola con la lucidità critica di una selezione che restituisce voce al silenzio che seguì allora, la produzione di Rebora.

È desueto tentare la lettura di un critico che a sua volta riporta la voce di un grande nel suo travaglio. In realtà la mia non è la recensione di uno studio ma una forma di ringraziamento ad una lettura da reportage che Dalla Torre offre non alla sua breve lettura personale ma un dono per chi si può avvicinare a Rebora senza impostazione autoreferenziale.

A proprio modo ognuno può entrare nel testo, nell’epistolario poco noto e nel travaglio che lo anima tra la Medusa, più vicina al dipinto di Caravaggio che al mito greco, e un dissidio sempre presente tra orrori di guerra e, guerra dell’io.

Nella necessità di Rebora di essere parte delle sofferenze altrui, di una risorgenza comune e senza schieramenti, è sottolineata con significativi testi la progressiva disgregazione del linguaggio che esonda in urla disperate di pace. L’orrore e la deriva hanno gambe mozzate, teste dilaniate, sacrifici umani insieme alla puzza del sangue e della carne che marcisce e reclama non solo sepoltura ma bensì cerca Dio.

 

Patrizia Garofalo

 

 

Clemente Rebora

La mia luce sepolta

Lettere di guerra

a cura di Marco Dalla Torre

Gabrielli Editori, 1996, pagg. 74, € 7,75


Articoli correlati

  Poesia d'autore/ Clemente Rebora. Dall’immagine tesa...
  Iniziative/ Poesia d'autunno. Seminario condotto dal poeta Giancarlo Sissa
  Tiziano Salari allo Spazio Lattuada di Milano
  Giuseppina Rando. Il percorso umano, esistenziale e religioso di Clemente Rebora
  Gabriela Fantato: “Sotto il vulcano” di Tiziano Salari.
  Piero Cappelli: Lo scisma silenzioso. Dalla casta clericale alla profezia della fede. Pref. Don Arturo Paoli
  Gigi Fioravanti. Cattolici
  Marco Cipollini: Su Tellus 28 e il "Manuale cattolico in versi e in prosa" di Claudio Di Scalzo
  Spot/ L’opera poetica di Tullio Gadenz
  In libreria/ Alessandro Rivali. La caduta di Bisanzio
  Marco Dalla Torre. La filatrice dell’inesprimibile
  Infinitezze. L'opera poetica di Tullio Gadenz
  Marco Dalla Torre. Un Dio in agguato
  Marco Dalla Torre. Ottima l'operazione di rieditare Ideale Cannella
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 66.4%
NO
 33.6%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy